CONDIVIDI
Marc Marquez (©Getty Images)

Il 28 gennaio si torna in pista a Sepang per la prima sessione di test invernali 2018. Marc Marquez vestirà ancora una volta le vesti del campione del mondo in carica in sella alla Honda, in attesa di conoscere il suo destino contrattuale prima dell’estate.

Il mercato piloti della MotoGP è in pieno fermento e tutti gli occhi sono puntati sul futuro di Marc Marquez che potrebbe scatenare un inedito effetto domino qualora decidesse di lasciare il team Repsol Honda. L’ipotesi più accreditata è che il fenomeno di Cervera prolunghi il contratto con la fabbrica di Tokyo per altri due anni, in attesa che altri costruttori riescano a mettersi alla pari con le big.

Inutile nascondere che l’istinto di un campione spinge a tentare l’avventura anche con altre moto, ma non sembra ancora arrivato il momento. “E’ difficile sapere quando tutto accadrà – ha detto il pilota catalano a Motorsport.com -. Prima bisogna parlare con tutti e cominciare le valutazioni, ovviamente si comincia prima che la stagione inizi. Dopo aver vinto un Mondiale non ho da lamentarmi, mi sento a mio agio. Bisogna però vedere come inizia il tutto”.

“Fin da quando ero piccolo il mio sogno era approdare alla più grande azienda del mondo e attualmente ci sono, dunque sono contento”, ha aggiunto Marc Marquez. L’intenzione primaria è di rinnovare la fiducia a chi ha scommesso ad occhi chiusi su di lui, affidandogli una moto ufficiale sin dal suo debutto in Top Class. Una scelta rivelatasi vincente visto che ha conquistato 4 titoli in 5 anni di MotoGP.

“Cosa potrebbe convincermi a lasciare Honda? Il fatto di non essere in grado di vincere. Vorrei sempre essere in un team vincente e il motociclismo alla fine è uno sport in cui ogni pilota ha la fortuna di essere presente, anche più della moto che guida – ha aggiunto El Cabroncito -. Ma ovviamente il mezzo ha una percentuale di importanza relativa, così come le capacità tecniche del team e tutto ciò che ti ruota attorno. Bisogna trovare il posto migliore che esalti le tue qualità e far esplodere il tuo talento”.