CONDIVIDI
Marc Marquez (Getty Images)

MotoGP | Marc Marquez: “In Argentina tifavo per Valentino Rossi, qui per Rins”

Marc Marquez esce con le ossa rotte dal weekend di Austin. Lo spagnolo, partito con i favori del pronostico, ha lasciato l’America con uno zero nella casella dei punti a causa di una scivolata durante la gara. Nonostante ciò il rider della Honda sembra avere ancora tutte le carte in regola per attaccare la leadership del campionato già dalla gara di Jerez.

Come riportato dai colleghi di “Marca”, Marc Marquez a margine del GP ha così affermato: “Bisogna imparare dai propri errori, ammetterli e sapere cosa è successo. Cercherò di capire cosa è successo e di presentarmi più forte di prima a Jerez. In gara ero molto convinto e quando ho accumulato un po’ di gap ho provato a stabilizzarmi su un certo ritmo. Ho frenato tre metri più tardi, a 300 Km/h, tre non sono nulla, ero 2 Km/h più lento del mio giro più veloce, ma con 2° in più di inclinazione e un po’ meno pressione nei freni”.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Marc Marquez CLICCA QUI

Lo spagnolo punta al colpaccio a Jerez

Lo spagnolo ha poi continuato: “L’errore è stato mio, avevo tre secondi e mezzo di vantaggio e mi sentivo comodo e questo mi conforta. In ogni caso lasciamo Austin con soli 9 punti di ritardo dalla vetta nel Mondiale. In Argentina facevo il tifo per Valentino, qui lo facevo per Rins perché questo ha reso tutto più equilibrato. Alex è uno dei candidati per il titolo”.

In ogni caso Marquez è apparso focalizzato già sulla nuova gara: “Voglio tornare a casa, in Spagna, per dimenticare questa gara con un buon risultato. Questo è lo sport, un giocatore sbaglia un rigore quando meno te lo aspetti. Quella zona è sporca e un po’ in salita, gli steward non mi hanno aiutato molto, mi hanno quasi sbilanciato perché non mi spingevano dritto. Ho provato con tutte le mie forze perché il poggiapiedi era rotto. Non avrei potuto comunque finire la gara”.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori