CONDIVIDI
Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez già nella leggenda del motociclismo con sei titoli vinti a soli 24 anni. Ben quattro i mondiali conquistati in cinque stagioni di MotoGP. Un fenomeno, non ci sono dubbi.

E ovviamente anche nel 2018 lo spagnolo sarà il pilota da battere. Yamaha e Ducati proveranno a strappare il trono al pilota Honda. E pure Suzuki, Aprilia e KTM proveranno a ridurre il gap per giocarsela in futuro. In MotoGP tutti corrono per vincere e pertanto la competizione è elevatissima. Ovviamente il campione di Cervera cercherà di rimanere in vetta.

MotoGP, Marc Marquez

Marc Marquez, intervistato dall’agenzia EFE e ripreso anche da AS, ha parlato delle sue ambizioni in chiave 2018: “Ci si aspetta sempre che la moto sia migliore. Ovviamente bisogna trovare il migliore compromesso tra moto, pilota e team. E’ su questo che lavoriamo e vogliamo migliorare”.

Inevitabile parlare del suo futuro, dato che il suo contratto con Honda andrà in scadenza. Tuttavia lo spagnolo è abbastanza tranquillo: “A volte si inizia ad avere contatti e a parlare prima con le squadre, pero io preferisco aspettare cercando di parlare bene e decidere quando sono completamente convinto. Sarò sempre grato alla Honda, avrà sempre la precedenza. Mi ha dato la priorità, mi ha supportato in MotoGP e mi sento valorizzato da essa. Sognavo fin da piccolo di correre con il marchio più forte del mondo, il può grande è Honda. Però in ogni momento devi trovare ciò che è meglio per te”.

Marquez chiarisce che qualsiasi decisione non sarà presa per ragioni economiche ma ascolterà tutte le offerte. A lui interessa il progetto sportivo prima di tutto: “Ovunque vada voglio vincere. Ci sono piloti che si muovono per soldi e per interessi. Io mi muovo per ragioni sportive. Perché credo che dove andrò per me sarà meglio sportivamente e perché posso vincere”.

 

Matteo Bellan