CONDIVIDI
Marc Marquez (Getty Images)

MotoGP | Marc Marquez risponde in pista alle critiche

Dalla polvere al successo, in due soli giorni. Si può riassumere così il weekend di Marc Marquez, uno che dà uno schiaffo alla MotoGP per urlarle nuovamente che è lui il suo padrone. Nonostante le penalità, nonostante gli errori e le cadute, lui è ancora il campione del mondo e vuole difendere questo titolo.

Marc Marquez si prende Austin e con un colpo di spugna cancella l’Argentina e gli errori in qualifica. Lo spagnolo è forte, troppo forte per gli altri, che fanno gara a parte per spartirsi le posizioni che restano dietro di lui, che fa il vuoto e vola via verso la bandiera a scacchi.

Mai avuto dubbi sulla propria competitività

Come riportato da “Marca”, Marc Marquez a fine gara ha così commentato il proprio successo: “Ho urlato per la vittoria, ma sono stato più pacato rispetto ad altre volte perché fisicamente non stavo bene. Alla fine del rettilineo ero secondo e ho trovato in me quella rabbia e quell’adrenalina che mi ha permesso di mettermi subito a condurre la gara. Volevo vincere facendo il numero minimo di sorpassi. Forse è la prima gara di MotoGP che faccio così”.

Lo spagnolo ha poi continuato: “Volevo un GP tranquillo, stavo bene, avevo un passo migliore. Forse in un’altra gara dovrò fare sorpassi per vincere, ma dato che qui potevo farlo senza fare sorpassi ho provato a farlo. Qui ad Austin avevo una motivazione speciale, volevo parlare in pista, che è il posto dove sono più bravo. Ora voglio continuare così anche in Europa”.

Il campione del mondo ha poi parlato del compianto Nicky Hayden: “Lui era un mio grande amico, era un grande pilota della Honda e vincere qui è stata una bella cosa da fare. Dovizioso sarà un grande rivale proprio come nel 2017. Senza fare rumore è primo nel mondiale. Mi sono già giocato un bonus in Argentina, ma nonostante ciò sono vicino alla vetta. Ho sempre pensato di essere competitivo per il titolo quest’anno”.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori