CONDIVIDI
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez dopo la gara di Sepang, dove si è praticamente difeso dallo strapotere Ducati, arriva all’ultimo appuntamento mondiale con un vantaggio di 21 punti su Andrea Dovizioso. Lo spagnolo ha quindi davvero una grande possibilità, quella di conquistare il 6° titolo mondiale. Su una pista da sempre amica della Honda, infatti, il pilota della Ducati per fare suo il campionato dovrebbe vincere e sperare in un clamoroso flop di Marquez.

La stagione che si avvia alla conclusione però segna anche un piccolo record negativo per Marc Marquez. Sinora, infatti, sono stati ben 25 gli scivoloni, tutti senza conseguenze fortunatamente. Come riportato da “MotoGP.com” però il campione spagnolo in linea generale sarebbe incline alla caduta facile e lo dimostra la sua storia.

Marquez e la sua ricerca del limite

Nel 2013, quando si affacciò in MotoGP ad esempio, Marc Marquez chiuse la sua stagione con 15 cadute, ma anche con il suo primo mondiale nella classe regina del Motomondiale. Nel 2014, invece, anno in cui arrivò anche il suo 2° titolo (forse la sua più bella stagione), le cadute a fine anno furono 11. Il 2015, invece, è stato l’anno in cui gli scivoloni hanno pesato di più, perché sono arrivati molti durante le gare.

Nel 2016, invece, Marc Marquez pur vincendo un altro mondiale, aveva comunque chiuso la stagione con 17 cadute, suo record personale sino a questo 2017. Lo spagnolo il più delle volte cade in prova perché tenta di trovare il limite della moto e nel farlo si spinge fin dove non cade. Naturalmente non è sua intenzione farlo di proposito, ma questa sua ricerca spasmodica del limite, lo porta poi la domenica ad essere sempre la migliore delle Honda in pista.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori