CONDIVIDI
Jorge Lorenzo (Getty Images)

Jorge Lorenzo arriva da una stagione non certo stellare. Il pilota spagnolo, infatti, ha avuto più di qualche problema ad adattarsi alla nuova moto. La Ducati poco incline al suo stile di guida lo ha messo letteralmente in crisi. L’ex Yamaha per la prima volta nella sua carriera da quando è in MotoGP ha chiuso una stagione senza vittorie.

A peggiorare la situazione e a fargli piovere addosso ancora più critiche ci ha pensato il suo compagno di team Andrea Dovizioso, che ha sfiorato il mondiale evidenziando ancor di più la crisi di risultati di Jorge Lorenzo.

Prima o poi si parlerà di rinnovo

Come riportato da “motorsport-total.com”, lo spagnolo ha così commentato le critiche legate al paragone con Dovizioso sull’equazione prestazioni/stipendi: “Ho un buon contratto perché ho un valore di mercato molto alto. Quando ho firmato ero un 5 volte campione del mondo, avevo vinto 60 gare, fatto 44 pole, per questo ho ottenuto quel contratto”.

Lo spagnolo poi prosegue: “Alcune persone pensano che il valore di un pilota si basi sull’ultima gara. Io mi sono schiantato nell’ultimo GP. L’anno scorso non ho fatto una bella stagione, ma sono felice di essere qui. A me piacerebbe chiudere con la Ducati, ecco perché sono arrivato qui. Vincendo il campionato sarei davvero orgoglioso di averlo fatto con la Rossa”.

Infine sul rinnovo Jorge Lorenzo ha commentato: “Credo sia presto per parlarne, ma sono sicuro che ne parleremo prima o poi”. Lo spagnolo ha preso parte alla presentazione della nuova Ducati. Una moto che secondo gli uomini in rosso si sposa bene con le caratteristiche proprio dello spagnolo.

Antonio Russo