CONDIVIDI
Jonas Folger (©Getty Images)

La notizia del forfait definitivo di Jonas Folger ha scombussolato l’appisolato inverno della MotoGP. A poco più di una settimana dai primi test collettivi in Malesia Yamaha Tech3 si ritrova a dover scegliere il sostituto del pilota tedesco, probabilmente andando a pescare dalla Moto2 o da piloti fuori contratto.

Il recupero di Jonas Folger dalla malattia che lo ha costretto a perdere la stagione 2017 è stato più lento del previsto, ponendo fine alle sue speranze di un pieno recupero per questa stagione (e forse per sempre). Il capo squadra Herve Poncharal ha descritto il compito di trovare una sostituzione “una missione molto difficile” con un preavviso così breve, dato che la maggior parte dei piloti ha già un contratto per il 2018. Di seguito una lista dei candidabili a salire in sella alla M1 al fianco di Johann Zarco.

Kohta Nozane

Il collaudatore della Yamaha Nozane ha già sostituito Folger quando il tedesco è stato colpito per la prima volta dalla malattia, ed è la scelta più conveniente per sostituirlo per il 2018. Nozane è già sotto contratto con la Yamaha, ha fatto una buona impressione quando è stato arruolato sul suo tracciato di casa a Motegi, guadagnandosi gli elogi di Poncharal e Valentino Rossi. Ma il ventiduenne è privo di esperienza: anche con nove giorni di test non può aspettarsi di raggiungere i livelli di Johann Zarco.

Stefan Bradl

Una scelta leggermente azzardata, data la mancanza da parte di Bradl di qualsiasi tipo di esperienza con Yamaha. Ma l’ex pilota LCR, Forward e Aprilia MotoGP ha due fattori principali che vanno a suo favore. In primo luogo, come Folger è tedesco, e sarebbe una buona pedina per Dorna riguardo ai contratti TV. In secondo luogo è molto esperto ed è un ex campione della Moto2. C’è un intoppo però, cioè la relazione di Bradl con Honda. Dopo una disastrosa prima stagione in World Superbike, non è stato trattenuto dalla squadra Ten Kate per il 2018, ma è stato scelto da HRC come collaudatore MotoGP. Bradl si unirà a Hiroshi Aoyama e Takumi Takahashi a Sepang per provare la RC213V prima dell’inizio dei test ufficiali.

Michael van der Mark

Una nuova recluta proveniente dal World Superbike, era stato scelto come sostituto di Rossi e invece ha sostituito Jonas Folger in due gare. Van der Mark è stato a lungo considerato un pilota di alto potenziale e potrebbe forse prosperare in Tech3 se gli venisse dato abbastanza tempo.

Alex Lowes

Proprio come il suo compagno di squadra del Mondiale Superbike van der Mark, la precedente esperienza di Alex Lowes con il team Tech3 lo rende un candidato logico per conquistare la moto satellite satellite M1. L’ex campione britannico della Superbike non si è disonorato nelle sue due uscite in MotoGP come sostituto di Bradley Smith nel 2016, con un 13esimo posto al suo debutto a Silverstone. Dal punto di vista di Dorna, un altro pilota inglese veloce in MotoGP sarebbe visto di buon occhio. Ma Yamaha si priverà di una pedina fondamentale nel suo progetto Superbike?