CONDIVIDI
MotoGP (Getty Images)

C’è un problema che sembra affliggere recentemente la MotoGP ed è quello legato ai contratti. Molte volte, infatti, capita che i piloti programmino il proprio futuro addirittura anni prima ritrovandosi quindi a gareggiare con i propri team privi di ogni tipo di motivazione.

Le stesse squadre di MotoGP inoltre sapendo di non dover più lavorare più con quel determinato pilota molte volte cercano di nascondere a quest’ultimo alcuni segreti aziendali che potrebbero poi essere portati altrove.

Una proposta interessante

Negli ultimi mesi tanti rumors stanno girando particolarmente intorno ai big della MotoGP. Quest’anno, infatti, praticamente tutti i top rider andranno in scadenza e c’è già chi potrebbe accasarsi per il 2019 in questi primi mesi, con la stagione 2018 che ancora deve nemmeno cominciare. C’è già chi ad esempio è pronto a scommettere nel clamoroso divorzio tra Honda e Marquez a fine anno.

Come riportato da “Motorsport.com” a lanciare un’interessante proposta ci pensa Bradley Smith: “Si parla sempre di contratti. Nel parlavo anche con Marquez durante il volo di ritorno dalla Malesia è diventato assurdo. Dovrebbe esserci una finestra di mercato come nel calcio ed è in quel periodo che dovremmo decidere del nostro futuro. Alcuni piloti decidono 3 stagioni prima cosa faranno”.

Insomma una proposta davvero allettante, che arriva direttamente da uno degli interessati, un pilota della MotoGP come Bradley Smith. Lo stesso britannico nell’ultima annata è stato spesso al centro di discorsi di mercato. Certo bisognerebbe trovare un modo per attuare una proposta che come idea sembra decisamente positiva per team e piloti che così non verrebbero più distratti nell’arco dell’anno da agenti, stipendi, contratti e squadre pressanti.

Antonio Russo

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori