CONDIVIDI
Marc Marquez KTM (Getty Images)

Il 2018 sarà un anno davvero molto movimentato in MotoGP. Tanti, infatti, saranno i piloti in cerca i un contratto. Molti rider, infatti, hanno un accordo in scadenza con il proprio team e potrebbero decidere di migrare verso altre squadre. Uno su tutti è Marc Marquez, spesso accostato alla KTM.

Proprio la squadra austriaca potrebbe rompere le uova nel paniere a parecchi top team. Gli arancioni, infatti, vogliono vincere in MotoGP così come hanno fatto nelle categorie minori e forti di uno sponsor fortissimo come Red Bull vogliono dotarsi di un pilota capace di portarli al titolo mondiale.

Tanti piloti in ballo

Solo ieri Lin Jarvis, managing director Yamaha aveva mostrato tutte le sue preoccupazioni nei confronti di un mercato piloti, che se non controllato adeguatamente potrebbe riservare delle amare sorprese al team di Iwata.

In casa Yamaha, infatti, c’è da gestire la grana Rossi. Il Dottore è in scadenza, ma vorrebbe continuare e di certo non verrà cacciato dai giapponesi, ma allo stesso tempo c’è la situazione Zarco da tenere sotto controllo. Il francese è giovane e bravo e piace molto proprio alla KTM e di certo non può attendere troppi anni per avere una moto ufficiale.

A spegnere un po’ il fuoco di radio mercato però, come riportato da “Tuttosport”, ci ha pensato il manager di KTM, Pit Beirer, che ha dichiarato: “Non cerchiamo top rider. Lavoriamo con un programma di crescita per i giovani, è importante dare un’opportunità ai giovani e costruire nuovi campioni. Sono anni che facciamo crescere nuovi talenti, aspettiamo che ce ne sia uno per noi in futuro”.

Antonio Russo