CONDIVIDI
Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

MotoGP | Jorge Lorenzo prima e dopo la vittoria del Mugello

Jorge Lorenzo celebra il passaggio in HRC con la prima vittoria in Ducati. Neppure il tempo di festeggiare il trionfo al Mugello che annunciava alla stampa l’imminente divorzio dalla Rossa e che non c’era più tempo per tornare sui suoi passi. Sembrava il preannuncio di un ritorno in Yamaha, ma il maiorchino e Honda hanno spiazzato tutti. E’ bastata una telefonata tra il pilota e Alberto Puig per convincere il team nipponico ad ingaggiare il cinque volte campione del mondo.

Nella sua 24esima gara per Ducati Lorenzo ha finalmente segnato la sua prima vittoria con i Reds. È stato il primo trionfo di Lorenzo dal finale di stagione a Valencia nel 2016, a quel tempo ancora alla guida di una Yamaha. Alcuni aggiornamenti richiesti da tempo avrebbero fatto la differenza, componenti arrivati troppo tardi a detta del pilota spagnolo, frutto di una mancanza di fiducia totale nei suoi confronti. Potrà adesso ripetersi Jorge Lorenzo da qui alla fine dell’anno? “Dipenderà dal circuito. Al Mugello abbiamo dovuto lottare per le caratteristiche dell’asfalto che hanno provocato graining. Ma probabilmente era così per tutti. Non è stato il caso del test di Barcellona, ​​quindi possiamo probabilmente spingere di più e non dobbiamo ridurre la velocità in curva per salvare la gomma anteriore”.

Casey Stoner ha spiegato prima della gara al Mugello che a Lorenzo manca solo una cosa per tornare in cima… “È molto facile dirlo. Prima della gara è stato difficile. Non è stato facile credere a Jorge Lorenzo prima di questa gara perché i risultati non erano buoni – ha aggiunto il maiorchino -. Per molti è stato difficile credere e rendersi conto che le mie affermazioni su ciò di cui ho bisogno sono vere. Non molte persone o almeno non tutti mi hanno creduto. Ma non sto cercando scuse. La gente pensa che a volte cerco scuse. Ma sto dicendo la verità “, ha detto Jorge Lorenzo. “Se ho fatto un errore, lo dico anche io. Puoi leggerlo nelle mie passate interviste. E quando dico che ho bisogno di qualcosa, questa è la verità. Molti hanno detto che non posso vincere gare sulla Ducati con il mio metodo. Ma al Mugello ho vinto con il mio metodo. Non mento mai. E spero che le persone ora mi credano di più”.