CONDIVIDI
Jorge Lorenzo (Getty Images)

MotoGP | Jorge Lorenzo spiega i motivi che lo hanno spinto a vivere a Lugano

Jorge Lorenzo è uno dei piloti più amati al mondo. Lo spagnolo è stato invitato a Nantes, al Village Motos, dove ha dovuto tirare giù il telone da una targa che intitola ufficialmente una piazza a suo nome. L’evento è stato organizzato con il patrocinio dello sponsor dei caschi dell’iberico Shark.

Come riportato da “Paddock-GP”, Jorge Lorenzo ha così commentato il suo duro allenamento: “Cerco sempre di prendermi cura della mia forma fisica. La Ducati è una moto molto fisica e ho bisogno di allenarmi tanto. Mi alleno ancora più di prima perché ho il fuoco in me. Non posso fare grossi paragoni perché in carriera ho guidato solo Yamaha e Ducati. la Ducati è molto nervosa in accelerazione, quindi hai bisogno di più muscoli”.

Lo spagnolo ha poi parlato delle sensazioni provate da campione del mondo: “Ho dormito finalmente tranquillo quella notte e poi ho chiamato mamma per dirle che avevo vinto e che ora potevo morire tranquillo. Ora posso rivincerlo, ma non posso fare nulla di più grande. Quando vinci il titolo, in Spagna passi il primo mese e mezzo a girare per TV e radio”.

Nuove motivazioni

Jorge Lorenzo ha poi raccontato dei motivi che lo hanno spinto in Ducati: “Dopo 8-9 anni in Yamaha era diventato un po’ una routine e il passaggio in Ducati mi ha aiutato a trovare nuove motivazioni per dimostrare a me stesso che posso vincere anche con un’altra moto. Avevo bisogna di qualcosa di nuovo”.

Lo spagnolo ha anche parlato della sua scelta di andare a vivere a Lugano: “Ci sono tanti italiani lì, parlano italiano, ma sono più rispettosi degli italiani lì. Mi lasciano quasi sempre in pace, c’è un bel lago e ci sono meno distrazioni rispetto ad esempio a Milano”.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori