CONDIVIDI
Johann Zarco
Johann Zarco (©Getty Images)

Johann Zarco è stato il rookie of the year 2017 in MotoGP. Dopo due titoli mondiali Moto2, si è presentato decisamente bene alla sua prima stagione nella top class.

Il francese ha trovato un ottimo feeling con la Yamaha M1 2016 messa a disposizione del team Tech3 di Hervé Poncharal. Addirittura, in alcune gare è stato più veloce dei rider factory, Valentino Rossi e Maverick Vinales. Un fatto che ha un po’ imbarazzato la casa di Iwata, un segnale che il progetto 2017 non è stato vincente nonostante le quattro vittorie. La nuova moto non è stata concepita abbastanza bene.

MotoGP, Johann Zarco ambizioso per il futuro

Johann Zarco prenderà parte alla Superprestigio, gara spagnola di Dirt-Track alla quale aveva partecipato anche Marc Marquez negli ultimi anni. Un buon allenamento in una fase dell’anno in cui non ci sono né test e né corse di MotoGP.

Il quotidiano Marca è andato a intervistarlo, chiedendogli ovviamente del futuro. Il pilota francese ha risposto: “Sono felice delle mie ultime quattro gare del 2017. Sono riuscito a mantenere un buon ritmo e a lottare per la vittoria. Il mio obiettivo per la prossima stagione è di ricominciare da dove ho finito l’ultima. Sono sicuro che riuscirò per la maggior parte delle volte a lottare per il podio”.

Zarco è felice di come ha concluso l’ultimo campionato e mira a riprendere da dove ha lasciato nel 2018. Non avrà comunque la stessa moto di Valentino Rossi e Maverick Vinales: “E’ normale, usiamo sempre la moto dell’anno precedente. Ho molto da imparare in MotoGP. E’ fantastica e mi piace molto essere in Yamaha. Con ciò che ho sarò capace di andare sul podio”.

Gli viene domandato cosa gli serva per brillare maggiormente nella classe regina del Motomondiale. Questa la replica: “Si cerca sempre di fare maggiore esperienza in certe situazioni e di capire la moto insieme alla squadra. L’obiettivo è preparare la moto nel migliore dei modi venerdì e sabato per essere pronti alla domenica. Se migliorerò, sarò competitivo in tutte le gare”.

Il 2018 sarà un anno molto importante sia per lui che per gli altri piloti. Tutti i top rider vanno in scadenza di contratto, la griglia della MotoGP può rimescolarsi in vista del biennio 2019-2020. Zarco potrebbe finire nel team ufficiale Yamaha: “Il mio obiettivo è lottare per podi e vittorie. Saranno i risultati a darmi un team ufficiale e una moto factory. Sarebbe bello in Yamaha, ma se non c’è spazio io comunque sono tra i migliori piloti e posso andare altrove. Ora mi concentro solo sulle gare”.

E’ risaputo che la KTM è sulle tracce di Zarco. Il pilota francese commenta: “Sono felice, perché quest’anno hanno fatto un lavoro incredibile. Sembra che possano migliorare ancora in futuro, però ora non voglio pensarci. Suzuki ancora su di me? Non ci penso adesso”.

Valentino Rossi e altri rider lo hanno definito molto aggressivo. Ma lui non si preoccupa: “Per me va bene, è normale essere aggressivi con le moto. Finora ho sempre avuto ragione. Devi combattere e sto combattendo”.

Infine Zarco spende elogi per Marc Marquez: “E’ il più forte al momento. Mi piace come sa controllare tutto perfettamente. Mi piacerebbe farlo come lui”.

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori