CONDIVIDI
Lin Jarvis
Lin Jarvis (©Getty Images)

Maverick Vinales è stato il primo a firmare il rinnovo di contratto in MotoGP. Voci critiche hanno ritenuto affrettata la decisione sia per il pilota che per Yamaha, soprattutto dopo i risultati dei test poco esilaranti. Manca ancora il feeling con la moto e i tecnici di Iwata non hanno trovato tutte le risposte necessarie per mettersi al passo di Honda e Ducati, ma Lin Jarvis guarda anche oltre la stagione in corso.

In attesa di conoscere le tempistiche per colmare il gap in materia di centralina elettronica, Yamaha ha l’obbligo di guardare anche al futuro: “Quando firmi un contratto, non lo stai firmando per ora, lo firmi per dimostrare che sei sicuro che lavorando con i tuoi partner puoi raggiungere i tuoi obiettivi – ha dichiarato a MCN -. Penso che sia per questo che Maverick ha preso la sua decisione e non intendiamo lasciarlo deluso. Ci siamo lasciati un po’ a corto in molte gare dello scorso anno e i test invernali sono stati preoccupanti, ma sono contento dei risultati”.

In Qatar Valentino Rossi è riuscito a mettere una pezza di tutto rispetto con una grande prestazione che è valsa il podio, Maverick nella seconda parte di gara ha girato con il ritmo dei primi fino a tagliare il traguardo in sesta posizione a 3,888″ da Dovizioso, grazie ad un cambio di mappatura che gli ha permesso di guadagnare posizioni. “Valentino ha raggiunto il podio in condizioni difficili e abbiamo visto Maverick contrattaccare e ottenere tempi sul giro molto veloci. nonostante i problemi all’inizio della gara – ha proseguito Lin Jarvis -. Ciò fa ben sperare per il futuro e domenica è stato un buon risultato considerando alcuni dei tempi difficili che abbiamo attraversato di recente. Siamo lì e ora siamo competitivi come chiunque altro, dobbiamo solo ed essere veloci in ogni condizione e ogni gara”.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori