CONDIVIDI

Valentino Rossi ha sfoggiato stamane il casco speciale per l’edizione 2018 del GP del Mugello. Realizzato come al solito in collaborazione con Aldo Drudi il casco del Dottore stavolta porta il motivo del Sole e della Luna in veste tricolore e la scritta: “Viva l’Italia… l’Italia tutta intera” ispirata ad una canzone di De Gregori. Un bel pensiero al Bel Paese in una stagione un po’ triste dal punto di vista sportivo, visto che gli Azzurri non parteciperanno al Mondiale di calcio, e in un periodo di difficoltà politica. Non mancano due dediche particolari: una a Marco Simoncelli e l’altra a Bryan Toccaceli, protagonista di un brutto incidente e ancora ricoverato a Imola nell’Area Critica.

Dopo il settimo posto di ieri il campione di Tavullia cercherà di migliorare la sua prestazione per accedere direttamente alla Q2 e mirare alle prime due file sulla griglia di partenza.

Sul gradino più alto del podio Valentino Rossi non sale dal 2008 e l’impresa non si prospetta facile neppure quest’anno, a causa di una Yamaha M1 ancora in difficoltà tecniche. Bisognerà studiare la miglior strategia gomme per tentare di dare l’assalto alla vittoria: “Nei test avevo fatto più fatica, però c’erano delle condizioni che non erano il massimo ed avevamo girato solo alla mattina. Invece da stamattina abbiamo usato un setting un po’ diverso, simile a quello che avevamo a Le Mans, e mi sono trovato subito meglio, ma è solo venerdì. E’ positivo che il mio passo è buono, ma siamo anche in sei o sette ad avere quel passo, quindi se si vuole lottare per fare il podio domenica, bisogna fare un altro step. Poi bisognerà vedere la durata delle gomme per 23 giri”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori