CONDIVIDI
Andrea Iannone (©Getty Images)

Dopo una stagione deludente il team Suzuki prepara la riscossa riconfermando la line up formata da Andrea Iannone e Alex Rins. Nel 2017 i due piloti non avevano nessuna esperienza in sella alla GSX-RR, poi gli infortuni e gli errori tecnici hanno fatto il resto.

Per Davide Brivio & Co. comincia un nuovo campionato dopo aver fatto tesoro degli errori, con i due alfieri che hanno accumulato una certa esperienza in sella alla Suzuki. “Non è stato facile per Andrea nel 2017, perché proveniva da una macchina completamente diversa dalla Suzuki. Prima di unirsi a noi, Andrea è stato solo su moto Ducati. Ecco perché il cambiamento è stato più difficile per lui – ha spiegato il team manager a Speedweek.com -. Durante questo processo ha anche vissuto momenti brutti, in cui è rimasto deluso e la motivazione ne ha sofferto. Dopo un anno di esperienza, tuttavia, è riuscito a tenere tutto sotto controllo. Spero che nel 2018 diventerà più un vero pilota Suzuki. Deve continuare a trovare il feeling”.

Il 28 gennaio inizierà a Sepang il primo test MotoGP 2018, prima di approdare in Thailandia, poi in Qatar, per gli ultimi test e la prima gara del Motomondiale. “L’inverno è molto importante per i nostri due piloti. Alex ha perso molte gare, deve recuperare – ha aggiunto Davide Brivio -. Ma sembra che sia pronto per altri buoni risultati. Andrea deve completare il suo adattamento alla GSX-RR. Continuiamo da dove abbiamo lasciato nel 2017″.

Quali sono gli obiettivi per Suzuki 2018? Gravitare nella top-5. “Nel 2017 volevamo essere tra i primi sei. Alla fine della stagione, abbiamo dimostrato che era possibile. 4° e 5° in Giappone, 6° e 8° a Phillip Island, 4° e 6° a Valencia… Queste sono anche le posizioni che dovremmo raggiungere all’inizio del 2018, come primo passo. In alcune gare, quando c’è la possibilità dobbiamo cercare di finire sul podio. Questo è il primo passo per avvicinarsi ai ragazzi che stanno lottando per il podio”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori