CONDIVIDI
Circuito del Montmelò (©Getty Images)

Buone notizie per il Gran Premio di Catalunya nel Motomondiale 2018. Il Consiglio di Amministrazione del Circuito ha annunciato modifiche al layout utilizzato lo scorso anno, eliminando la chicane della Formula 1 che ha causato tante controversie nel 2017, come pure per estendere la fuga della curva in cui Luis Salom ha perso la vita, come i piloti avevano chiesto avevano chiesto.

Le modifiche erano state richieste dalla Federazione Motociclistica Internazionale (FIM), con il rischio di mettere a repentaglio la prosecuzione del Gran Premio nelle prossime edizioni. Per migliorare la sicurezza saranno apportate modifiche in curva 12 dove Luis Salom è morto il 3 giugno 2016. La via di fuga sarà allargata di venti metri a scapito di due tribune: due sezioni della tribuna C scompariranno, mentre la tribuna H verrà spostata verso l’ultima curva, quella che immette sul rettilineo di partenza.

Fatto questo, il layout manterrà la configurazione che ad ora aveva utilizzato il campionato del mondo di Formula 1 alla curva 10, poi permetterà alle moto di tornare a percorrere le curve 12 e 13. Una volta completati i lavori, il circuito sarà lungo 4.607 metri, 100 metri in meno rispetto al 2015. In aggiunta alle modifiche suddette, un altro miglioramento per il nuovo tracciato sarà il rifacimento dell’asfalto, lavori che non venivano svolti dal 2006.

I lavori riguardanti le modifiche della curva 12 avranno luogo durante il mese di dicembre, mentre il restyling della pista è previsto per gennaio 2018. Tutto dovrà essere pronto per i test invernali in programma dal 26 febbraio all’1 marzo. Nell’ultima edizione, dopo le polemiche del venerdì, si è deciso di tornare al layout delle FP3 del 2016. Dalla prossima stagione ogni polemica sarà soppressa.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori