CONDIVIDI
Ducati – Gigi Dall’Igna (©Getty Images)

La Ducati dopo l’ultimo Gran Premio è felice a metà. Se da un lato, infatti, c’è stato l’exploit di Jorge Lorenzo, che ha portato a casa un ottimo 3° posto dopo una lotta serrata con le due Honda, dall’altro Andrea Dovizioso ha perso la leadership del mondiale a causa del 7° posto rimediato ad Aragon.

A fare il punto della situazione attraverso la Gazzetta dello Sport ci ha pensato Gigi Dall’Igna, direttore di Ducati Corse: “Domenica non abbiamo perso il mondiale. Da qui alla fine sono convinto che avremo parecchio da dire. Già sapevamo che ad Aragon sarebbe stata una pista complicata per la moto e per Andrea”.

Ducati al mondiale ci crede

Il direttore di Ducati Corse ha poi proseguito: “Il tempo che abbiamo perso venerdì forse è stato più complicato per noi che per gli altri. Dopo la gara abbiamo parlato un po’, lui è ancora molto motivato, questo è il suo obiettivo e lo rincorrerà sino alla fine”.

Dall’Igna ha poi parlato anche della forza d’urto di un avversario come Marquez: “Siamo rispettosamente preoccupati, Marc è un pilota che prende tanti rischi e vuole in ogni gara un solo risultato. Affrontare un pilota così è complicato, lo abbiamo visto, poi ha anche un’ottima moto”.

Infine il dirigente Ducati ha così concluso: “Ad Aragon Marquez non crede avesse molto margine sugli altri, infatti, ha rischiato molto. Le immagini della gara sono molto significative, uno che sbaglia così tanto in un solo giro vuol dire che sta sempre al limite”.

Insomma a quanto pare in casa Ducati si vuole continuare a coltivare il sogno mondiale con Andrea Dovizioso, ma con la consapevolezza che Marquez sarà un avversario davvero duro da battere.

Antonio Russo