CONDIVIDI
Jorge Lorenzo Christian Gabarrini
Jorge Lorenzo e Christian Gabarrini (©Getty Images)

Jorge Lorenzo ha dovuto cambiare non poco il suo stile di guida nella stagione 2017, per adattarsi ad una Ducati Desmosedici nettamente differente dalla sua ex Yamaha M1. Cristian Gabarrini, ingegnere di pista del maiorchino, riassume la prima stagione nel box #99.

L’ingegnere Gabarrini ha lavorato in Ducati ai tempi di Cassey Stoner dal 2005 al 2010, prima di trasferirsi alla HRC con il pilota australiano. Da allora la moto ha cambiato la sua genetica: “La Ducati è ora molto diversa rispetto al 2010. Il motore è sempre stato molto potente. Il resto è così diverso che non puoi fare confronti”.

Il lavoro di Stoner e Pirro

Destino ha voluto che adesso Stoner sia nuovamente nel box Ducati in veste di collaudatore: “Casey ha molto rispetto per tutti i piloti, ma soprattutto per Jorge. Il suo approccio è quindi molto calmo e gentile. Ascolta molto attentamente. Ma se Jorge non chiede, non forza i suoi suggerimenti su di lui senza che gli venga chiesto. Se a volte Jorge ha dei dubbi, Casey lo aiuta volentieri con qualche consiglio”.

Ma un grande aiuto a Jorge Lorenzo arriva anche dall’altro tester Michele Pirro, profondo conoscitore della Desmosedici. “Michele prova tutto per la Ducati. Nuove parti, pneumatici, tutto. Ha molta esperienza e conosce perfettamente la moto. Ecco perché è spesso un aiuto”, ha aggiunto Cristian Gabarrini. E sulla figura di Jorge cerca di correggere la classica opinione comune: “Il suo carattere è migliore di quanto molti pensano. Lui è un bravo ragazzo. Molto educato e gentile. Questa è l’unica cosa che non sapevo. Per quanto riguarda la sua abilità in pista, puoi vedere tutto negli ultimi anni”.

La collaborazione con Andrea Dovizioso

Sullo sviluppo della moto può contare sulla condivisione dei dati con Andrea Dovizioso, ma l’utilità è relativa, perchè i due piloti hanno due differenti stili di guida. Si era parlato di un doppio sviluppo per la Ducati GP18, poi di una moto più vicina al modus operandi di Lorenzo. Notizie poi smentite dai vertici di Borgo Panigale.

Ma Cristian Gabarrini insiste su un punto: “I dati sono accessibili a tutti. Nel box ci si aiuta l’uno con l’altro. Ma lo stile di guida di Jorge è troppo diverso da quello del Dovi. Ecco perché le impostazioni sono completamente diverse”.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori