CONDIVIDI
Franco Morbidelli (©Getty Images)

La pioggia del primo mattino ha rallentato l’inizio dei lavori di Franco Morbidelli e degli altri piloti della classe regina impegnati a Sepang per il primo test ufficiale. Nel corso della mattinata non ha piovuto, ma fino alla pausa pranzo la pista era contrassegnata da zone umide.

Per Morbidelli la pista bagnata ha offerto l’occasione ideale per testare la sua Honda RC213V sulle gomme da bagnato per la prima volta, ma una volta che la pista ha iniziato ad asciugare l’italiano ha atteso che la pista fosse completamente asciutta per proseguire il lavoro di sviluppo.

Il campione in carica di Moto2, piazzatosi 18esimo, non è stato il miglior debuttante nel primo giorno di test a Sepang, ma non c’è nessun motivo per preoccuparsi. “E’ stata una buona giornata per me perché potevo migliorare man mano che la classe progrediva. Ho subito riacquistato le mie sensazioni per la MotoGP”, ha dichiarato Morbidelli. “Siamo ancora un po’ lontani dalla vetta. Dieci minuti prima della fine sembrava ancora meglio, ma negli ultimi dieci minuti tutti sono migliorati di nuovo in modo significativo. Sono tornato indietro. Ora devo capire in quali settori e come posso continuare a migliorare”.

L’importante è aver fatto dei passi avanti dal primo test di Valencia in sella alla Honda. “Guido meglio ora di allora. Questo mi rende molto felice. La moto non è cambiata, abbiamo lavorato solo sull’impostazione. Abbiamo la Honda 2017 e stiamo cercando di trovare il miglior assetto. Il secondo passo è adattarmi sempre meglio. Il mio piano è solo continuare a migliorare – ha proseguito Franco Morbidelli -. Non ho ancora trovato il limite delle gomme. Devo sfruttare appieno il loro potenziale per essere un pilota forte anche nella classe MotoGP”.