CONDIVIDI
Ramon Forcada (©Getty Images)

Le prestazioni di Johann Zarco hanno fatto breccia nel box Yamaha: tre vole sul podio, sesto posto in classifica finale a soli 34 punti da Valentino Rossi (quinto). Ma Ramon Forcada, ingegnere di pista di Maverick Vinales e tecnico di grande esperienza, dà una spiegazione dell’exploit francese.

A favore di Zarco gioca il suo particolare stile di guida che gli consente di usare la gomma posteriore morbida meglio di molti altri piloti. Ma questo aspetto positivo non è universalmente valido per ogni tracciato. “In alcune occasioni sarà più veloce, in altre invece più lento degli altri. Ma i dati dimostrano che lui guida in modo diverso rispetto a Maverick e Valentino”,

Il due volte campione di Moto2 sembra avere un feeling particolare con le gomme, come pochi altri nella storia del Motomondiale. “Il suo stile di guida è simile a quello di Capirossi o di Kocinski: ai loro tempi, erano in grado di utilizzare la gomma anteriore più morbida, quando il resto del gruppo non poteva. Con quelle mescole, nessuno poteva finire una gara, mentre loro avrebbero potuto farne anche due. Capirossi ha usato anche la gomma extrasoft – ha sottolineato Forcada -, mentre Kocinski ne aveva uno speciale con il quale gli altri potevano fare solamente tre o quattro giri”.

Non solo capacità tecnica e di stile di guida, ma capacità di lavoro e strategia. Eppure nell’ambiente di Iwata non sembrano troppo meravigliati di quanto fatto da Johann Zarco: “La sua stagione è stata molto bella, è chiaro. Ma per quanto riguarda i risultati – ha concluso Ramon Forcada -, se fosse stato in una squadra ufficiale, non si potrebbe dire lo stesso”.