CONDIVIDI
Carmelo Ezpeleta (©Getty Images)

Ross Brawn, direttore amministrativo di Liberty Media, e Carmelo Ezpeleta, CEO della Dorna, si sono incontrati per mettere a punto un piano strategico unico nella storia del Motorsport. L’obiettivo è evitare sovrapposizioni nel calendario di Formula 1 e MotoGP.

Il dibattito si è aperto all’inizio dell’anno, quando dopo aver ufficializzato i rispettivi calendari sono emerse ben otto sovrapposizioni. I due campionati si sono aperti nello stesso giorno, il 26 marzo, con il Circus impegnato in Australia e il Motomondiale in Qatar. Stesso incrocio di destini il 9 aprile, l’11 e il 25 giugno, il 27 agosto, il 22 e il 29 ottobre. Infine il 12 novembre, gara finale per la MotoGP a Valencia, penultimo GP di F1 in Brasile.

Il direttore amministrativo di Liberty Media ha incontrato la scorsa settima a Barcellona i top manager di MotoGP Carmelo Ezpeleta e Manel Arroyo. “Questi incroci non sono positivi – ha dichiarato Ross Brawn alla Reuters -. Noi non siamo troppo orgogliosi di consultare altri campionati e cercare di trovare la strada migliore. E’ anche difficile cambiare le date e non sempre puoi raggiungere quello che vuoi. Ma almeno abbiamo avviato un dialogo per cercare di farlo”.

La F1 tende una mano alla MotoGP non solo in termini di calendario. Ross Brawn vorrebbe cogliere ed ereditare i lati positivi del Motomondiale. “Mi piace la meritocrazia tra Moto3, Moto2 e MotoGP e la relativa progressione. E’ interessante anche guardare il lato commerciale, la struttura delle squadre e il rapporto con i team clienti”. Il direttore amministrativo elogia i giovani talenti in MotoGP: “E’ un ottimo esempio vedere come i loro piloti junior facciano parte dello stesso weekend di gara: anche noi dovremmo essere così”.

Luigi Ciamburro

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori