CONDIVIDI
Jonathan Rea (Getty Images)

Jonathan Rea sta frantumando giorno dopo giorno tutti i record della Superbike. In questa stagione si è laureato campione del mondo per la 3a volta e nell’ultima gara ha stabilito il nuovo record di punti in una singola stagione, appartenuto in precedenza a Colin Edwards che lo mise a segno nel 2002.

Con la vittoria di questo mondiale, Jonathan Rea si piazza al secondo posto alle spalle del solo Carl Fogarty (4 titoli) e alla pari di Troy Bayliss nella classifica dei piloti con il maggior numero di campionati Superbike vinti. I numeri del britannico sono davvero impressionanti: 54 successi, 112 podi e 14 pole. Noi di Tuttomotoriweb.com abbiamo avuto il piacere di intervistarlo per voi cercando di capire quali sono i suoi progetti per il futuro.

Come è nata la tua passione per le moto?

Mio padre aveva questa passione e me la trasmise, specialmente quando passavamo le vacanze estive insieme. Quando ero più giovane cominciai a fare motocross e da quel momento la mia passione crebbe sempre di più.

Da bambino avevi un idolo? Chi era il tuo pilota preferito?

Il mio eroe è Kevin Schwantz. Il mio primo ricordo legato alle corse è proprio Schwantz con la Suzuki nel 1993-1994 e ricordo che guardavo tutte le corse con mio padre.

Tra i piloti con i quali hai gareggiato, quale è stato quello che ti ha impressionato di più?

Penso che il pilota che più mi ha impressionato quest’anno è stato Leon Camier. La sua moto è buona, ma non allo stesso livello di altre e ha fatto un ottimo lavoro con il suo team.

Hai mai pensato di passare in MotoGP? Quale sarà il tuo futuro?

Ora il mio futuro è in Kawasaki per tutto il 2018, per il 2019 non sono sicuro. Certo, il mio sogno quando ero più giovane era correre in MotoGP, ma non ho mai avuto la possibilità di avere una grande moto, quindi vedremo. Non sono sicuro al 100% di quello che succederà, ma non vedo l’ora di scoprirlo.

Credi di poter lottare subito per il titolo in caso di passaggio in MotoGP?

Correre per vincere in MotoGP è molto difficile, correrei con le migliori moto quindi potrei essere molto forte.

Rossi ha il contratto in scadenza con Yamaha nel 2018, gli consiglieresti un’esperienza in Superbike? Pensi che potrebbe lottare per il titolo?

Sicuramente Valentino potrebbe combattere per il titolo in Superbike se avesse la moto giusta. Come in MotoGP, hai bisogno della moto e del team giusto, non basta solo il pilota. Sono sicuro che se passasse in Superbike si divertirebbe molto e potrebbe correre per il mondiale.

Dei tre mondiali che hai vinto, quale è stato quello più bello?

Il campionato in cui mi sono divertito di più è stato quello del 2017, quest’anno è stato incredibile. Il 2016 è stato il più difficile e il 2015 forse quello più emozionante perché era il mio primo titolo.

Pensi che la Kawasaki sarà superiore alle altre anche nella prossima stagione?

Non ne ho idea ora, dobbiamo capire il nostro livello con i test e poi sviluppare la moto insieme per essere più forti possibile. Ho un grande team in Kawasaki e so che daranno tutti il 100%.

Chi vince il mondiale in MotoGP?

Domanda molto difficile, non saprei. Sono felice se vince Marquez, ma anche se vince Dovizioso. Credo sarà una sfida tra loro due, hanno fatto entrambi una grande stagione, quindi non ho preferenze.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori