CONDIVIDI
Niccolò Antonelli
Niccolò Antonelli (foto SIC58 Squadra Corse)

Niccolò Antonelli è senza dubbio uno dei talenti più interessanti del campionato mondiale Moto3. Il 21enne di Cattolica viene da un 2017 complicato in KTM, ma quest’anno punta a rilanciarsi con la Honda del team SIC58 Squadra Corse.

Il giovane rider italiano è stato veloce nei test Moto3 del pre-campionato a Valencia e Jerez. L’ultima sessione è prevista per il 6-8 marzo ancora a Jerez e Antonelli vorrà confermarsi, oltre che migliorare ulteriormente. Noi di Tuttomotoriweb abbiamo intervistato proprio Niccolò, per catturare alcune sue impressioni e non solo.

Moto3, Tuttomotoriweb.com intervista Niccolò Antonelli

Partiamo dal 2017, una stagione difficile in sella alla KTM. Cosa non ha funzionato?

“Diciamo che non è stato il migliore anno della KTM in generale. In più io magari non mi sono adattato alla perfezione da subito. E inoltre ho avuto anche due infortuni che mi hanno frenato molto nella seconda metà della stagione. Queste tre cose non mi hanno aiutato”.

Nonostante le complicazioni, cosa ti ha lasciato di buono il 2017?

“C’è stato un podio e fino a prima degli infortuni partivamo sempre nelle prime due file. Non era così male. Logicamente siamo andati sotto le aspettative, dovevamo fare un altro tipo di annata. Però alcune cose positive le porto a casa ugualmente. Anche se quando voglio pensare a qualcosa di positivo non è che penso al 2017, ma a due anni fa”.

Sei passato al team SIC58. Che impatto hai avuto con la nuova squadra? E che rapporto c’è con Paolo Simoncelli?

“L’impatto è stato molto bello. Era l’ambiente che cercavo, più sereno e tranquillo. Il rapporto con Paolo Simoncelli è buono. Lui è molto diretto, quindi è facile parlare con lui. Si può parlare di qualsiasi cosa. Quando deve dirti una cosa te la dice. Sta andando tutto bene”.

Dopo l’anno in KTM sei tornato a guidare la Honda. La moto giapponese è più adatta al tuo stile di guida?

“Forse io devo lavorare meno per adattami alla moto, probabilmente è più adatta al mio stile di guida. Però per arrivare lì davanti serve comunque lavorare in ogni caso, indipendentemente dalla moto di cui disponi. L’approccio è stato positivo, dopo un’annata negativa come quella del 2017”.

Quali sono state le tue sensazioni dopo i test Moto3 svolti?

“Non pensavo di essere già così veloce. Credevo di arrivare a questa velocità più avanti. Sono molto contento. Ho avuto sensazioni molto buone. Devo comunque ritrovare un po’ di velocità, perché ne ho persa l’anno scorso a causa anche degli infortuni. Però sono contento, sto ritornando veloce abbastanza rapidamente”.

Che obiettivi ti sei posto per il 2018?

“Il mio obiettivo principale è tornare a lottare con i primi. La cosa più importante è tornare davanti e lottare per le posizioni che contano in tutte le gare. Poi si sa che in Moto3 è dura fare pronostici”.

Secondo te quali piloti sono favoriti per il titolo Moto3 2018?

“Ci sono dei piloti che partiranno per vincere il Mondiale. I due maggiori favoriti sono Martin e Bastianini, poi ci sono anche altri piloti che vanno forte e lotteranno sicuramente come Canet e Di Giannantonio”.

Sei uno dei talenti della VR46 Riders Academy. Quanto è importante potersi confrontare con un campione come Valentino Rossi?

“Lavorare con Valentino Rossi non è roba che può capitare a tutti. Noi siamo molto fortunati. E’ facile avere un rapporto con lui, è sempre con noi e gli puoi chiedere qualsiasi cosa. Lui ha grande fiducia in noi, ciò è molto bello. I consigli che più mi ha dato riguardano l’essere costantemente concentrato e penso di essere migliorato in questo aspetto”.

Adesso sei ovviamente focalizzato su rilanciarti quest’anno. Ma un pensiero a un futuro in Moto2 lo fai?

“Non ci penso per niente al 2019, sono concentrato sul 2018 e dell’anno prossimo si vedrà più avanti. Ovviamente salire di categoria sarà un obiettivo futuro, però ora non ci penso e non ha senso pensarci. Magari tra tre o quattro mesi saprò rispondere”.

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori