CONDIVIDI
Maverick Vinales (Getty Images)

MotoGP | Intervista esclusiva a Maverick Vinales

Maverick Vinales dopo la sua prima stagione in Yamaha riprova l’assalto al titolo mondiale. Noi di Tuttomotoriweb.com abbiamo avuto il piacere di intervistarlo in esclusiva per chiedergli di questa nuova stagione che sta per partire e del suo rapporto con il compagno di team Valentino Rossi.

Come valuti la tua prima stagione in Yamaha? Puoi farci un bilancio?

La scorsa stagione è stata agrodolce, con molti alti e bassi. Abbiamo cominciato molto bene vincendo il primo Gran Premio e ci sentivamo molto forti. Nel bel mezzo della stagione però qualcosa è cambiato e le gare sono diventate più difficili per noi. Di GP in GP i nostri avversari sono cresciuti, mentre noi sembravamo peggiorare. Nonostante tutto però questo mi ha aiutato a migliorare e a crescere come pilota. In generale 3 vittorie e un 3° posto nella classifica generale MotoGP al mio primo anno in Yamaha mi sembra un buon risultato raggiunto. Ora però dobbiamo abbandonare il passato e concentrarci sul futuro.

Chi era il tuo pilota preferito da bambino?

Valentino Rossi. Era il mio idolo quando ero piccolo. In particolare amavo i suoi epici modi di festeggiare i successi e naturalmente mi piaceva il suo atteggiamento in pista quando guidava. Era aggressivo, io lo osservavo da vicino, studiavo il suo stile che era molto fluido. Era incredibile da guardare. Ora sta guidando in maniera diversa, ma questo non fa altro che mostrare il suo talento e la sua splendida capacità di adattarsi.

L’ho amato nel suo primo anno in Yamaha nel 2004, è sempre stato coinvolto in battaglie fantastiche con altri piloti. La sua vittoria a Jerez nel 2005, quando ha battagliato con Sete Gibernau, spicca davvero per me come uno dei momenti più importanti di sempre in questo sport.

Tra i piloti con i quali hai gareggiato, chi ti ha impressionato di più?

Probabilmente i due piloti che mi hanno colpito di più all’inizio sono stati Valentino Rossi e Marc Marquez. Due grandi rider.

Quale è il tuo rapporto con Valentino Rossi?

Abbiamo un buon rapporto. Abbiamo molto rispetto, non abbiamo un rapporto stretto perché questo è quasi impossibile con altri piloti, però c’è tanto rispetto quello si. I nostri tecnici condividono tutte le informazioni, al momento stiamo lavorando bene insieme. Per me è davvero motivante averlo come compagno di team. Quando sei il compagno di squadra del tuo idolo, significa che sei quasi al suo stesso livello, quindi onestamente è una grande cosa. Mi sento davvero motivato.

Cosa ne pensi di Zarco?

Penso che sia un pilota forte che può far parlare molto di sé quest’anno. Abbiamo visto che è salito dalla Moto2 senza deludere le aspettative. I suoi buoni risultati e il fatto che è un pilota così veloce ci aiuterà a trovare un buon set up per la nuova stagione. Credo sia sempre utile avere un rider così forte nel team satellite.

Chi vincerà il mondiale MotoGP?

Naturalmente nella mia mente c’è la voglia di vincere il titolo. Finalmente corro per quello. Ma bisogna vedere come andrà questa stagione, non è facile, in un anno può cambiare tutto. In ogni caso cominceremo la stagione con l’obiettivo massimo. Di sicuro ho intenzione di spingere per essere in cima e ho intenzione di dare il mio 100% per vincere il titolo mondiale.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori