CONDIVIDI
photo Facebook
photo Facebook

Lunedì scorso Marc Marquez è stato a Milano per presentare le novità Honda che sono esposte in questi giorni all’Eicma di Milano, ma HRC gli ha proibiti di parlare del Motomondiale da poco concluso, così come a Dani Pedrosa. Stesso trattamento è stato riservato anche ai piloti Yamaha che sul palco del Salone internazionale del motociclo non solo non hanno pronunciato parola sulla stagione MotoGP, ma non si sono neppure degnati di scambiarsi uno sguardo.

La situazione resta molto tesa dopo il Gran Premio di Valencia, a causa dell’infinita scia di polemiche susseguitesi dopo Sepang, portando Valentino Rossi a partire dall’ultima fila proprio nel round decisivo e quasi regalando la vittoria iridata a Jorge Lorenzo, servita su un piatto d’argento. Uno scenario inconsueto che ha seminato rabbia e sgomento soprattutto tra i tifosi italiani che in un certo senso si sono sentiti defraudati di un Mondiale, con il Dottore in testa alla classifica fin dalla prima gara.

Un boccone duro da digerire che ha causato non poche antipatie a Marc Marquez reo, secondo alcuni, di aver favorito la vittoria del connazionale Yamaha a scapito del pesarese, probabilmente per vecchie ruggini formatesi nel corso del campionato. Vedi il Gp di Argentina e quello d’Olanda…

In questi giorni si tiene la 73esima edizione dell’Eicma, una vetrina internazionale di alto livello per il mondo delle due ruote, che proietta Milano come capitale del motociclo per una settimana, dove sono puntati gli occhi di milioni di appassionati, aziende motoristiche e addetti ai lavori. In tanti si sono accalcati vicino alle Yamaha M1 di Rossi e Lorenzo protagoniste dell’ultimo Motomondiale, ma nello stand Honda in bella mostra c’è solo la moto del pilota spagnolo Dani Pedrosa. Nessuna traccia della Honda RC213V di Marc Marquez. Casualità o decisione ben mirata?