CONDIVIDI
Davide Tardozzi (©Getty Images)

Jorge Lorenzo ha chiuso l’ultimo giorno di test a Jerez al terzo posto, a 258 millesimi dal compagno di squadra Andrea Dovizioso. Un finale di stagione alla ribalta per i due alfieri di Borgo Panigale, nonostante non abbiano avuto a disposizione grandi aggiornamenti da provare.

I tecnici della Rossa stanno lavorando sodo per sviluppare la Desmosedici 2018, ma serve tempo prima di vedere i frutti del nuovo progetto, che arriverà in pista non prima di fine gennaio a Sepang. “Abbiamo ricevuto nuove parti per rendere la moto migliore. La curva è probabilmente il nostro più grande problema”, ha sottolineato Jorge Lorenzo. Un difetto che ha evidenziato anche il Dovi dopo il primo crono di giovedì a Jerez. “Sono fiducioso che avremo una moto migliore a Sepang”.

Il titolo di vice campione del mondo deve essere il trampolino di lancio per la prossima stagione, il biglietto da visita per un 2018 che promette scintille. “Sappiamo di essere sulla strada giusta”, ha detto il team manager della Ducati, Davide Tardozzi, a Motogp.com. “Tuttavia i nostri avversari più importanti, Honda e Yamaha, non erano presenti qui. Le prestazioni sono diventate più veloci grazie al nuovo asfalto, ma siamo comunque soddisfatti”. La Ducati sembra essere sulla buona strada. Anche se la macchina 2018 è ancora in divenire non c’è fretta. Meglio muoversi con calma, perchè “prima della prima gara della nuova stagione abbiamo nove giorni di test. A Losail saremo competitivi”.

Capitolo Miller

Il neo arrivato Jack Miller è sotto i riflettori dopo il suo passaggio da Honda a Ducati. L’australiano ha lasciato una buona impressione nel primo test con la Desmosedici e a tratti è sembrato più veloce dei colleghi del team ufficiale. Nel primo giorno di test a Valencia ha chiuso nella top 5 spendendo parole di elogio per la Desmosedici, comprese le prestazioni in curva.

Sull’argomento non trova il consenso di Andrea Dovizioso. “Se pensa questo tutto quello che posso dire è che non capisce molto di moto”, ha commentato scherzosamente il forlivese… “Sono contento dei suoi tempi sul giro, non ha ottenuto molti buoni risultati negli ultimi due anni, ma penso che abbia un grande talento e sono contento se fa bene. Se ha buone sensazioni significa che abbiamo fatto un buon lavoro negli ultimi cinque anni”.

Luigi Ciamburro