CONDIVIDI
Alvaro Bautista
Alvaro Bautista (Getty Images)

MotoGP, Ducati contatta Alvaro Bautista: sarà il sostituto di Casey Stoner?

Durante il Gran Premio della Repubblica Ceca si parlava di un possibile interessamento della Ducati ad Alvaro Bautista per una doppia offerta di lavoro: da un lato, diventare pilota della sua squadra ufficiale nel Campionato Mondiale Superbike; dall’altra, sostituire Casey Stoner come un collaudatore. Una settimana dopo, lo stabilimento italiano ha confermato che l’interesse ad aderire al progetto Aruba.it Racing è reale.

“Abbiamo valutato diverse opzioni con Alvaro”, ha riconosciuto Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Borgo Panigale, in un’intervista a MotoGP.com. Tutte le indicazioni sono che i colloqui sono a buon punto, ma nulla è ufficiale, per ora: “Non v’è alcuna decisione presa e c’è ancora bisogno di una settimana o dieci giorni di tempo per chiudere la squadra del WorldSBK 2019” .

Attualmente, la squadra ufficiale bolognese è formata da Chaz Davies e Marco Melandri, ma questo duo non è stato in grado di battere Jonathan Rea sulla bicilindrica Panigale e Ducati vuole approfittare delll’arrivo del nuovo V4 Panigale per incorporare un pilota campione del mondo, con esperienza in MotoGP su un motore a quattro cilindri che utilizza il sistema desmodromico.

Se Chaz Davies sembra avere un futuro assicurato con la Rossa la medesima situazione non è scontata per Marco Melandri, che potrebbe essere sostituito anche da Tom Sykes. Dopo molti colpi di mercato in MotoGP adesso è la volta della Superbike. Alvaro Bautista sembrava potesse approdare nel nuovo team satellite SIC Petronas Yamaha, ma i vertici malesi hanno optato su Fabio Quartararo. Adesso per il pilota spagnolo si aprono nuovi orizzonti: qualora dovesse saltare l’affare SBK potrebbe prendere il posto di Casey Stoner come collaudatore, dato che l’australiano potrebbe limitarsi a diventare ambasciatore del marchio dal prossimo anno.