CONDIVIDI
Paolo Ciabatti
Paolo Ciabatti (©Getty Images)

Ducati nel 2018 vuole confermare i progressi del 2017, cercando di fare anche meglio. Migliorare significa vincere il titolo MotoGP, sfiorato l’anno scorso con Andrea Dovizioso.

Il team di Borgo Panigale deve fare un ultimo step per poter conquistare il bottino grosso. I progressi delle ultime stagioni sono stati notevoli, ma manca ancora un ultimo sforzo. Ovviamente anche la concorrenza lavorerà per migliorarsi. In Ducati sono fiduciosi di potersela giocare sia con Dovi che con Jorge Lorenzo, due piloti di alto livello. Entrambi in scadenza di contratto a fine 2018.

MotoGP Ducati, Ciabatti su Dovizioso e Lorenzo

Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati, ha parlato del futuro di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo nell’intervista concessa al Corriere dello Sport: «Ovviamente a noi piacerebbe confermarli entrambi, ma i budget non sono infiniti e non si può spenderlo tutto in una direzione, precludendosi margini per lo sviluppo. Siamo consapevoli che Dovizioso si aspetta un’offerta in linea con i suoi ultimi risultati».

Dovizioso aveva accettato il dimezzamento dell’ingaggio per restare in Ducati, seppur con bonus che gli hanno permesso di rifarsi. Ovviamente, dopo il 2017 da favola, avrà determinate pretese. Ciabatti aggiunge: «Inizieremo presto a parlare con Andrea. Ha ragione, sarà una trattativa complicata. Inizieremo a trattare già dopo i test di Sepang di fine mese. Andrea si aspetta un ingaggio in linea con quello degli altri top rider, discuteremo di garanzie economiche, ma anche tecniche».

Il forlivese e Lorenzo hanno più di 30 anni, in Ducati guardano anche ai giovani per il futuro. A tal proposito il dirigente ducatista spiega: «Intanto abbiamo ingaggiato Jack Miller, che è alla quarta stagione in MotoGP a soli 23 anni, inserendolo nel team satellite Pramac. Poi, a parte Franco Morbidelli che ha vinto il mondiale Moto2 da protagonista e debutterà quest’anno nella massima cilindrata, ci piacciono Francesco Bagnaia e Joan Mir, che ha dominato la Moto3 e vedremo quest’anno in Moto2».

Il team di Borgo Panigale darà un occhio alla Moto2 del 2018. Ci sono talenti interessanti come Francesco ‘Pecco’ Bagnaia e Joan Mir. Vedremo se in Ducati valuteranno l’ingaggio di un giovane per il 2019-2020.