CONDIVIDI
Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Andrea Dovizioso ha chiuso al quarto posto il primo giorno di test MotoGP a Buriram. In Thailandia il vice-campione del mondo ha accusato solo 148 millesimi di ritardo dal leader Cal Crutchlow.

Il forlivese si è trovato a suo agio sul circuito thailandese, mostrandosi forte anche sul passo. In casa Ducati sono state provate più carenature, ci sono state delle prove che il pilota 31enne ha effettuato per capire cosa funzionasse e cosa no. Queste le sue prime impressioni rilasciate a MotoGP.com: “Abbiamo trascorso del tempo lavorando sulle tre carenature che abbiamo testato. Hanno parti positive e negative. Dobbiamo essere molto intelligenti nelle selezione perché è qualcosa che dobbiamo confermare per il Qatar. Questa è una buona pista per noi, simile all’Austria.

MotoGP, test Thailandia: parla Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso è ancora indeciso su che carenatura scegliere. Queste le sue parole riprese da Autosport: “Riguardo la carenatura, ci stiamo lavorando. La carenatura è una cosa molto difficile  sui cui prendere una decisione. In una pista può essere migliore una e su un’altra pista può essere migliore un’altra”.

Il pilota forlivese dovrà girare parecchio per comprendere al meglio le reazioni della moto con una carena e con l’altra. Bisogna capire vantaggi e svantaggi, anche se poi ovvimente il tipo di pista può influire. Il Dovi ha aggiunto: “È molto difficile, domani lavoreremo sui dettagli al riguardo. Oggi ci abbiamo trascorso un’ora e mezza, ma abbiamo bisogno di fare più giri in ogni specifica per ottenere il miglior feedback, perché è molto difficile lavorare con questa carenatura”.

Dovizioso ha chiarito che deve ancora provare l’ultima versione della Ducati GP18 con nuovo telario. A Sepang aveva una GP17 e un GP18. In Thailandia sia lui che Jorge Lorenzo hanno due moto 2018, ma ne ha usata solo una e l’altra deve ancora conoscerla bene: “Non l’abbiamo provata. Penso che domani avrò il tempo di lavorarci su”.

La pista di Buriram sembra adatta alle caratteristiche della Ducati, avendo rettilinei che consentono alla Desmosedici di sprigionare il proprio potenziale in termini di velocità. E la tipologia di curve presenti non crea problemi di percorrenza, avvertiti in tracciati diversi come Phillip Island. Buone indicazioni per il team italiano oggi, soprattutto nel lato del box di Dovizioso.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori