CONDIVIDI
Livio Suppo
Livio Suppo (©Getty Images)

Repsol Honda approda ad Austin con la voglia di riscatto dopo il doppio ko in Argentina. Marquez e Pedrosa dopo due GP sono 8° e 10° in classifica, mentre le Yamaha prendono il volo con Vinales e Rossi. Livio Suppo resta ottimista e punta alla tappa texana per dare una sterzata al campionato di MotoGP 2017.

C’è una lacuna di 37 punti da iniziare a colmare per non perdere il treno del titolo iridato. Un altro passo falso potrebbe costar caro al campione in carica. “La strategia di Marc è di spingere fin dall’inizio e lottare per il 1° posto. Purtroppo un piccolo errore gli è costato caro, quando è caduto conduceva con un buon vantaggio sul 2° posto”.

Il team principal HRC è ottimista considerando le prestazioni e la velocità dalle RC213V. “Marc e Dani avevano una buona velocità. E Cal è salito sul podio. Ciò significa che la RC213V era piuttosto competitiva su questa pista. Sono negative le due cadute, ma queste sono le corse. Dopo una caduta la cosa più importante per me è che il conducente resti illeso. È difficile sollevare il loro stato d’animo, ma cerco di sottolineare le cose positive e poi pensare alla prossima gara”.

Marquez e Pedrosa cercano il riscatto

A meno di due settimane da Rio Hondo Marc Marquez approda negli States, un circuito da sempre favorevole al suo stile di guida. Nelle precedenti quattro edizioni ha conquistato quattro vittorie. “Dopo la gara in Argentina, sono felice di andare su una pista che mi piace tanto come Austin. Anche se ovviamente avrei preferito arrivare lì in una posizione migliore. Comunque, un altro weekend di gara sta per iniziare e daremo il 100% per cercare di ottenere il nostro primo podio in questa stagione”.

Anche Daniel Pedrosa è chiamato a risalire dai piani bassi della classifica. 11 punti in due GP, decimo posto in classifica a pari punti con il rookie Zarco. “Abbiamo avuto la possibilità di trascorrere qualche giorno a casa in Europa, per riposare un po’ e anche di fare qualche buon allenamento, e ora non vedo l’ora di tornare sulla mia moto a Austin. E’ un peccato che non siamo riusciti a fare punti in Argentina, ma lasciamo alle spalle e concentriamoci sugli aspetti positivi. Ora che sappiamo di più sulla nostra moto, lavoreremo per migliorare la stabilità e l’impostazione generale, e speriamo di poter fare un ulteriore passo in questo fine settimana”.

L.C.