CONDIVIDI
Davide Tardozzi (©Getty Images)

Davide Tardozzi, team manager della Ducati MotoGP, ha elogiato “l’enorme sforzo” compiuto da Jorge Lorenzo per adattarsi alla Desmosedici. Dopo nove anni in sella alla Yamaha YZR-M1 non è per nulla semplice trovare subito il feeling con una moto difficile e “fisica” come la Ducati. Eppure il maiorchino è riuscito a conquistare tre podi e a sfiorare più volte la vittoria nel finale di campionato.

Se i presupposti del 2018 saranno quelli intravisti nelle ultime gare del 2017, allora i tifosi della Rossa possono dormire sonni tranquilli. Il maiorchino sarà della partita nel Mondiale ormai alle porte. Per Davide Tardozzi ha fatto tutto il possibile per adattarsi alla moto e ora spetta alla Ducati mettere a punto la GP18 in modo che Lorenzo possa sfruttare i suoi famosi punti di forza, che si sono dimostrati così efficaci in Yamaha.

“Jorge ha fatto un enorme sforzo per cambiare il suo stile di guida, per adattare il suo stile di guida alla Ducati e alla fine ha ottenuto dei risultati”, ha detto Davide Tardozzi a Crash.net. “Non ha ancora ciò di cui ha bisogno per essere veloce, ma è un nostro problema. Dobbiamo portargli qualcosa per consentirgli di essere ancora più veloce. E’ ora che facciamo qualcosa per lui e quando lo faremo sarà incredibilmente veloce!”.

L’area in cui Jorge Lorenzo necessita di migliorie è la percorrenza di curva (come Andrea Dovizioso del resto) dove necessita di essere più veloce e trovare maggior grip. Lunedì 15 gennaio Borgo Panigale presenterà la nuova Desmosedici, poi volerà alla volta di Sepang dove dovrà mettere in pista il prototipo della GP18 con cui affrontare il prossimo Mondiale. Per gli uomini Ducati saranno giorni decisivi.