CONDIVIDI
Maverick Vinales
Getty Images

Davide Marelli, un italiano dietro la vittoria di Maverick Vinales in Australia.

Parte del successo di Maverick Vinales a Phillip island è dovuto al suo telemetrista Davide Marelli. Nel warm-up gli ha detto che avrebbe iniziato con l’opzione gara, poiché l’asfalto era ad una temperatura molto simile a quella che si sarebbe trovata qualche ora dopo.

La siccità di vittorie della Yamaha si è conclusa in Australia, dopo ben 25 gare consecutive di MotoGP, dal GP di Assen 2017. Il trionfo australiano porta anche lo zampino di un tecnico italiano, Davide Marelli, che nei venti minuti di warm-up ha detto a Maverick di dimenticare di uscire in pista con la gomma posteriore morbida in cerca di impostare il tempo più veloce e di uscire con l’opzione che aveva già deciso per la gara, perché le condizioni dell’asfalto per quella sessione sarebbero state molto simili a quelle che avrebbe trovato in gara. E così è stato.

Durante il warm-up c’erano 12 gradi di temperatura nell’aria e 20 gradi nell’asfalto. Al momento della gara, che dura più del doppio di quella formazione gratuita e che è stata giocata alle quattro del pomeriggio, con la quale la temperatura stava scendendo con il passare dei giri, il termometro segnava 13 gradi in aria e 32 sull’asfalto. In questo modo, Maverick, a differenza di Iannone, si è trovato sin dall’inizio come un pesce in acqua con la sua combinazione di Michelin media anteriore e rigida al posteriore.

Alla Suzuki è riuscito il best lap del warm-up avendo montato due gomme morbide, dal momento che Andrea Iannone non aveva altre opzioni per preservare la media per la gara, registrando però qualche difficoltà nelle fasi iniziali di gara. Anche se ha recuperato oltre un secondo negli ultimi due giri ormai Maverick Vinales aveva accumulato un buon gap che gli ha consentito la vittoria.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori