CONDIVIDI
Danilo Petrucci (Getty Images)

Danilo Petrucci sta vivendo una favola. Ad inizio stagione nessuno si sarebbe immaginato di vederlo lì a lottare tra i primi. Eppure che qualcosa stava cambiando lo si era intuito già ai nastri di partenza, quando la Ducati aveva deciso di affidargli la stessa GP 17 guidata dai piloti ufficiali. A rendere ancora più strepitoso il suo inizio di stagione il sorpasso dopo l’ultima gara, in classifica generale allo strapagato Jorge Lorenzo.

Come riportato da “TuttoSport”, Danilo Petrucci ha commentato così la sua esperienza a Borgo Panigale: “La Ducati si sta dimostrando la moto più in forma e qui mi sento parte di un’azienda, c’è molto di me in questa moto. Magari con qualche ingegnere in più le cose potrebbero andare ancora meglio. Gli spagnoli hanno rotto. In Safety Commission mi mettono sul banco degli imputati e parlano sempre di regole, ma alla fine a non rispettarle sono loro”.

Petrucci inseguito da Aprilia

Il pilota della Pramac ha dichiarato in merito all’ultimo podio: “Quello di Assen è un grande risultato, anche se alla fine c’è sempre qualcuno che mi frega. Ma nelle ultime gare me la sono sempre giocata, ho migliorato la gestione della gara. Tutti dicevano che non ero abituato a stare davanti, ma sono lì con i big. L’anno scorso feci la mia migliore qualifica, ma commisi un errore in gara. Stavolta potrei provare a vincere”.

Insomma Danilo Petrucci dichiara guerra agli spagnoli e si auto-elegge a futuro porta-bandiera italiano. Uscito praticamente dal nulla, è in MotoGP dal 2012 e questo exploit potrebbe presto portarlo ai vertici del Motomondiale. C’è già stato un primo interessamento di Aprilia, che perso Morbidelli vorrebbe fiondarsi sul talento di Terni per costruirgli una moto fatto appositamente per lui. La sensazione comunque è che il buon Petrucci resterà ancora in Ducati.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori