CONDIVIDI
Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (©Getty Images)

Danilo Petrucci è atteso a un 2018 di livello importante per trovare una buona sistemazione l’anno prossimo. Paolo Ciabatti ha già fatto sapere che per il team ufficiale Ducati punta a trattenere sia Andrea Dovizioso che Jorge Lorenzo.

Il pilota umbro è in scadenza con Pramac e il contratto non verrà rinnovato. Sicuramente Petrucci è un buon rider e lo ha dimostrato, però è importante che faccia molto bene nel 2018 per trovare la migliore soluzione possibile in vista del prossimo biennio. Già dalle prime gare dovrà fare risultati apprezzabili, anche perché verso metà stagione la griglia di partenza MotoGP 2019 dovrebbe essere già abbastanza composta. E’ fondamentale non rischiare di ritrovarsi senza una moto competitiva.

MotoGP, Danilo Petrucci ‘preoccupato’ per Buriram

Danilo Petrucci, ripreso da Speedweek, ha parlato della pista di Buriram dove da domani la MotoGP sarà impegnata in tre giorni di test. Queste le sue parole: “La pista mi ricorda un po’ di Spielberg in Austria. Non so se per me va bene, perché in Austria ho sempre avuto qualche problema finora. Abbiamo dati Ducati dal campionato mondiale Superbike. Abbiamo una base, anche se serve lavorare. Non ci sono molte curve qui, quindi il pilota ha poche opzioni per fare la differenza. Però in quelle curve non devi commettere errori. La pista è molto piatta. La qualità dell’asfalto lascia a desiderare. Ma abbiamo tre giorni per lavorare. Fa più caldo che in Malesia. Il sole brucia senza pietà. Non mi piace molto”

Il pilota del team Pramac Ducati avrà due moto diverse a disposizione in Thailandia: “Anche qui ho solo una Ducati del 2018 e un modello del 2017. La moto nuova deve ancora essere completata, voglio concentrarmi su quella. Ha buon potenziale. Dobbiamo ancora migliorare l’assetto GP18. La moto 2017 non differisce molto, ma ci sono differenze quando guidi. Quando vai in curva con la nuova Ducati, ti senti più sicuro e più comodo, quindi si verificano meno errori. Il potenziale della Ducati 2018 è più grande”

Petrucci è preoccupato dalla disidratazione che avrà a Buriram, dato che lì fa caldissimo e c’è molta umidità: “Qui sudo più del solito. In realtà, non ho bisogno di Camelbak (la sacca di acqua per idratarsi ndr), ma di un intero cammello. Però sono preparato. Mi sono allenato sulla bici da spinning nella sauna quasi tutti i giorni”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori