CONDIVIDI
Valentino Rossi (©Getty Images)

Alla vigilia dei test IRTA in Thailandia Carlo Pernat, che potremmo definire il terzo occhio del paddock, ha lanciato una “bomba” nel corso della trasmissione di Franco Bobbiese. Valentino Rossi avrebbe firmato fino al 2019 per Yamaha con un’opzione per il 2020. La notizia sembra quasi certa, ma non ufficiale. Sarà tale solo dopo la dichiarazione inequivocabile della Casa di Iwata con tanto di nota stampa. Allora perchè tenere nascosto il rinnovo fino a data da destinarsi se la news scorre già nei corridoi del paddock?

Maurizio Bruscolini lancia un sasso nel lago: “Mi è piaciuta la rivelazione di Pernat, è un personaggio che conosce le cose e le dice prima. Ma una domanda mi sorge spontanea: nei giorni scorsi Meregalli ha detto in maniera inconfutabile che lo sviluppo della M1 è affidato a Valentino Rossi. Pernat dice che ha firmato, ma perchè la Yamaha fa fare lo sviluppo ad un pilota che  ufficialmente non ha ancora firmato, invece di affidarlo ad uno che ha già firmato per tre anni? Forse c’è qualcosa che non riusciamo a capire bene o c’è il solito comportamento Yamaha di tenere i piedi in tante staffe per fare ancora una volta del marketing”.

Il Brusco promuove la “linea Pernat” ma porta a galla un “giallo”, tanto per citare un colore a tema… “Pernat ha ragione al 100% quando dice che Yamaha e Valentino sono sposati. Rossi ha detto di voler aspettare le prime due o tre gare e poi decidere se firmare… In tutto questo bailamme qualcosa non mi torna, ma forse in questo fine settimana riusciremo a capirne di più”. A Buriram si attende l’annuncio della Yamaha, o forse il mistero continua…

Luigi Ciamburro

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori