CONDIVIDI
Ducati (Getty Images)

Questo è stato un anno davvero molto particolare per la Ducati. Dopo le due vittorie del 2016, infatti, a Borgo Panigale hanno deciso di rompere gli indugi e puntare forte al titolo mondiale. La Rossa ha creato un gruppo di lavoro di primissimo livello, che ha fatto crescere tantissimo la moto nell’arco dell’anno.

Al pilota storico Andrea Dovizioso è stato affiancato il super-reclamizzato Jorge Lorenzo, vero e proprio colpaccio per il marchio italiano. In Ducati però non si sono fermati qui e hanno deciso di mettere in piedi anche una squadra tester di livello assoluto, con Pirro e Stoner e provare le novità della GP17.

Una storia lunga 13 anni

Infine, intravedendo delle ottime qualità in Petrucci, a Borgo Panigale si è deciso di affidargli una moto “titolare” così da fargli provare le novità in pista durante le gare. Tutte queste componenti hanno fruttato a Ducati ben 6 vittorie, arrivate tutte per mano di Andrea Dovizioso, che quest’anno è riuscito a fare il definitivo salto di qualità soprattutto mentalmente.

Come riportato da “Il Corriere della Sera”, però a quanto pare, nonostante gli ottimi risultati ottenuti in pista, la Ducati non è riuscita a confermare uno dei suoi sponsor più importanti. La Tim, infatti, ha ufficializzato la rescissione con la casa di Borgo Panigale, una partnership che durava addirittura dal 2004.

La Ducati quindi sarà costretta a stravolgere anche la sua livrea nella prossima stagione. Tim, infatti, era uno degli sponsor più importanti e negli anni ha avvicendato i propri marchi sulla Rossa di Borgo Panigale.

Antonio Russo