CONDIVIDI
Lucio Cecchinello (Getty Images)

La stagione 2018 sarà molto importante per il Team LCR di Lucio Cecchinello. Il manager italiano, infatti, ha deciso di fare finalmente il grande passo e di raddoppiare il proprio impegno in MotoGP affiancando Nakagami a Crutchlow. I due dovranno aiutare Honda a conquistare nuovamente il mondiale costruttori.

Come riportato da “motogp.com”, Lucio Cecchinello ha così dichiarato: “Il 2017 è stato un anno positivo per noi. Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti. Ci sono stati anche momenti grigi, ma nel complesso siamo contenti. Abbiamo avuto difficoltà ad adeguare la Honda con Michelin allo stile di Cal. Miriamo però a colmare queste lacune per il 2018″.

Nakagami dovrà abituarsi alla MotoGP

Il manager italiano ha poi proseguito: “Abbiamo tutte le carte in regola per chiudere nei primi 5-6 posti in tutte le gare. Cal ha talenti e appena scende in pista va subito veloce. Fisicamente è tra i migliori, se non il migliore. Con Honda abbiamo lavorato bene per affiancare a Cal un pilota asiatico con le competenze per meritare un posto in MotoGP. Nakagami è stato uno dei migliori in Moto2 l’anno scorso”.

Sulla suddivisione nel box Lucio Cecchinello è chiaro: “Lavoreranno in maniera indipendente i tecnici dei due piloti, ma non ci saranno barriere e collaboreranno tra di loro. Con Cal l’obiettivo è arrivare tra i primi 4-5 piloti a fine anno. Con Nakagami, invece, bisogna essere obiettivi, lo vedremo spesso oscillare tra la zona punti e quella senza punti, ma è alla sua prima esperienza. Spero che riuscirà ad avvicinarsi alla top-10 nell’arco dell’anno”.

Per quanto concerne le moto, invece, Lucio Cecchinello ha confermato che Crutchlow avrà del materiale simile a quello di Marquez e Pedrosa, mentre Nakagami dovrà “accontentarsi” della Honda 2017.

Antonio Russo