CONDIVIDI
Romano Fenati
Getty Images

Caso Romano Fenati, Valentino Rossi: “Tutti hanno esagerato”

Il pubblico linciaggio che Romano Fenati ha sofferto durante queste ultime settimane è stato un argomento in discussione nel paddock di Motorland Aragón. Piloti come Marc Márquez, Dovizioso, Lorenzo o chi è stato il suo mentore e leader della squadra, Valentino Rossi, hanno convenuto che il trattamento ricevuto da Fenati dai media e social network, dopo quello che è successo a Misano, non era per nulla giusto.

“Penso che l’azione sia stata abbastanza seria da ricevere una dura sanzione”, ha dichiarato Marc Marquez in conferenza stampa. “Penso che due gare non bastassero, ma quello che non sono d’accordo è ciò che è stato creato a livello mediatico, ho visto le notizie in Spagna e ogni giorno si parlava, era troppo. E’ successo, era un’altra era, ma due o tre anni fa è successo con altri due piloti, cinque anni fa un pilota è caduto e un altro è rimasto in pista… Ci deve essere una severa sanzione, ma per quanto riguarda il tema dei media è stato troppo per lui, sembra che abbia ucciso qualcuno”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Andrea Dovizioso: “Fenati aveva bisogno di una dura sanzione perché, in passato, aveva fatto altre cose. Se hai fatto qualcosa di sbagliato in passato e la punizione non era abbastanza severo e lui non capiva… la sanzione dovrebbe essere più difficile. Ma la stampa ha parlato troppo su di lui, la verità è che hanno preso una strada sbagliata, perché hanno parlato senza senso, senza conoscere le corse. I social network a volte peggiorare la situazione. Non mi piace come la stampa gestisce questo genere di cose”.

Nel frattempo, Valentino Rossi ha anche dato la sua opinione in relazione all’incubo che ha vissuto Fenati nelle ultime due settimane, un pilota che Valentino conosce bene dopo averlo avuto per più di due e un mezzo stagioni nel seno del SKY VR46 Team Moto3, dove Fenati ha gareggiato tra il 2014 e il 2016, prima di essere espulso dalla squadra per cattiva condotta. “Quello che ha fatto in pista era pericoloso e molto serio, ma quello che è successo dopo il lunedì è qualcosa che non riesco a capire”, ha spiegato il pilota di Tavullia. “Penso che ognuno di noi ha esagerato e sono stati troppo duri con Romano. Ho sentito la gente parlare di moto senza aver mai visto una gara. È stato dato più importanza alla manovra Fenati che la vittoria di Dovizioso con la Ducati e, onestamente, non so perché sia ​​successo. Due gare di penalizzazione non sono abbastanza, ma il peggio è tutto quello che è successo dopo”.

Cal Crutchlow, invece, non cambia la sua idea elargita già dopo la gara di Misano, quando ha dichiarato che il pilota marchigiano meriterebbe la squalifica a vita. “No, non ho cambiato idea, in inglese diciamo che è “una storia tenera”. Ha chiesto perdono e ora tutti devono sentirsi dispiaciuti per lui… Ma non gli credo perché ha fatto molte cose strane, non ha ferito nessuno in pista, ma questo è il limite”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.