CONDIVIDI
Casey Stoner
Casey Stoner (©Getty Images)

Casey Stoner è stato il primo a scendere in pista con la Ducati Desmosedici GP18. L’ha provata pochi giorni prima di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo a Sepang, nel test dedicato ai vari collaudatori.

I tempi dell’australiano sono stati buoni, il suo lavoro può tornare utile ai piloti titolari. E’ un due volte campione del mondo MotoGP e i suoi feedback possono servire. Ovviamente poi sono i rider ufficiali a prendere le decisioni finali dopo il consulto col team.

MotoGP, Casey Stoner scontento di Sepang

Casey Stoner, ripreso da Speedweek, ha espresso opinione negativa sul tracciato di Sepang: «Con il nuovo asfalto hanno distrutto questa pista. Il problema si presenta soprattutto quando è bagnato. A Sepang piove, devi aspettarti questo. Quindi hai bisogno di un asfalto che si asciughi correttamente. Se ci vogliono sei ore prima che l’asfalto si asciughi, è uno scherzo. È come Le Mans. Probabilmente è la stessa compagnia. Questo è un grosso problema. Non solo per noi è molto pericoloso, ma anche per le auto».

Il collaudatore Ducati è stato ostacolato dalla pioggia in Malesia, così come gli altri tester. E il problema della pista bagnata si presenta frequentemente a Sepang, solo che le ultime modifiche hanno peggiorato la situazione secondo Stoner: «Abbiamo sempre dovuto aspettare troppo a lungo per fare il test. Queste non erano le condizioni che avevamo immaginato. Tuttavia, abbiamo raccolto molti risultati positivi. Sulla Ducati, ci sono ancora alcuni aspetti che devono essere migliorati. Ma sappiamo che queste aree non dovrebbero essere un problema enorme. Stanno andando nella giusta direzione. La mia sensazione è stata molto buona».

Casey a ottobre è diventato padre per la seconda volta e poco dopo ha contratto un virus che lo ha messo k.o. circa due mesi, in cui non ha potuto allenarsi a dovere. Ha avuto solo un mese per preparare il test di Sepang. Non era al 100% in Malesia, però è riuscito comunque a girare e raccogliere dati importanti. Quando lo rivedremo su una MotoGP? Stoner replica: «Per ora non abbiamo alcun piano su come continuare in futuro».