CONDIVIDI
Casey Stoner (Getty Images)

MotoGP | Casey Stoner: “Rossi è andato peggio di Lorenzo”

Casey Stoner alla fine del 2012 ha deciso di dire definitivamente addio alla MotoGP. L’australiano ha lasciato nel fiore della sua carriera, dopo aver conquistato ben 2 titoli mondiali. L’ex HRC ha uno score nel Motomondiale di: 45 vittorie, 89 podi e 43 pole.

Negli ultimi anni Casey Stoner è tornato in Ducati dopo il mondiale vinto nel 2007 per offrire il proprio contributo alla Rossa come tester e riportarla ai fasti di un tempo. Nonostante la sua inattività l’australiano nelle prove ha più volte dimostrato di riuscire ancora girare come i migliori, ma di un suo ritorno in pista non se ne parla.

Stoner sta bene così

Come riportato da “Crash.net”, l’australiano parlando del paragone RossiLorenzo in Ducati ha così commentato: “Sono situazioni diverse, ma penso che Valentino è andato peggio perché Jorge ha lottato per molti podi ed è stato in testa in tante gare anche se poi magari non ha vinto. Insomma è stato capace di combattere per la vetta”.

Incalzato sul fatto che però Lorenzo è stato battuto più volte anche dai piloti satellite Casey Stoner ha commentato: “Penso che all’epoca molti piloti guardassero a quello che faceva Valentino e pensavano: se lui non può farlo allora è inutile che ci provo. Se qualcuno sta davanti tutti vanno più forte perché pensano: se la moto può farlo non ci sono più scuse”.

L’ex pilota ha poi concluso: “Quando Valentino arrivò in Ducati tutti si aspettavano che lui creasse una moto competitiva e questo non accade così in fretta. La Yamaha era chiaramente una buona moto con lui e senza di lui, erano ancora vincenti. Sviluppare una moto è complicato, è un po’ più facile cercare di adattarsi che modificare tutto. Per me è bello tornare ogni tanto per 1-2 weekend nel paddock per salutare un po’ di persone”.

Antonio Russo