CONDIVIDI
Loris Capirossi (Getty Images)

Loris Capirossi ha scritto la storia della Ducati. In carriera ha portato a casa ben 3 titoli mondiali, 29 vittorie, 99 podi e 41 pole. A questo ottimo score inoltre si unisce il record di pilota più giovane ad aver vinto un titolo nel Motomondiale. Il pilota italiano, infatti, afferrò la corona iridata nel 1990, ad appena 17 anni.

Come riportato da “Il Messaggero”, Loris Capirossi in merito alla stagione appena trascorsa ha così dichiarato: “La stagione è stata entusiasmante. Anche il 2016 è stato bello, ma quest’anno ancora di più, anche perché un italiano come Dovizioso si è giocato il mondiale sino all’ultimo. Ci sono state tante gare che si sono risolte all’ultima staccata e questo è importante perché attiriamo più gente così”.

Sorpresa Dovizioso

L’ex alfiere della Ducati ha elogiato proprio il team italiano e Dovizioso per il grande exploit stagionale. Sui recuperi lampo di Rossi e Miller, invece, ha commentato: “Credo sia tutto legato alla forza di volontà. Valentino ha fatto qualcosa di grandioso, ha recuperato in quel modo, con quella dedizione a 38 anni. Miller lo ha fatto addirittura in meno giorni, ma Jack è un ragazzino, è un pilota che deve dimostrare, quindi ha tanta voglia. Sono stati entrambi eccezionali”.

Loris Capirossi ha poi continuato: “Marquez è eccezionale, ha inventato un nuovo modo di guidare. Credo presto cominceranno a cercare di capire come fa. Una volta è fortuna, due anche, ma lui lo fa sempre. Lui l’ha fatto quest’anno almeno 7-8 volte, come se avesse sviluppato una tecnica per evitare incidenti. Per ora solo lui sa farlo. Credo sia incredibile”.

Capirex poi si è detto molto soddisfatto dei passi in avanti in termini di sicurezza nel Motomondiale. In particolare ha annunciato l’introduzione del’airbag per tutti i piloti dalla Moto3 alla MotoGP nella prossima stagione.

Antonio Russo