CONDIVIDI
Cal Crutchlow
Cal Crutchlow (©Getty Images)

Anno veramente difficile per Andrea Iannone in Suzuki. Le aspettative erano quelle di poter lottare per le prime posizioni, ma non è così. Il pilota di Vasto finora ha raccolto solo 28 punti ed è 16° nella classifica mondiale MotoGP.

Una stagione disastrosa per il rider abruzzese, costretto a cambiare team dopo essere stato scaricato dalla Ducati. Sulla Desmosedici aveva trovato buon feeling e vinto la prima gara sua in assoluto nella classe regina in Austria, riportando la Casa di Borgo Panigale al successo dopo tanti anni. Ma i vertici della scuderia hanno deciso di tenere Andrea Dovizioso, comunque in lotta per il titolo ora, e di ingaggiare Jorge Lorenzo. Lo spagnolo è un po’ in difficoltà e qualche dubbio nei suoi confronti sta emergendo.

MotoGP, Cal Crutchlow punge Andrea Iannone

Sicuramente Iannone, avendo più esperienza sulla moto italiana, sarebbe stato più competitivo. Però la Ducati ha voluto puntare sul cinque volte campione del mondo, sperando di riconquistare un titolo che invece al momento si contende Dovizioso, colui che in teoria doveva fare da ‘gregario’. Complimenti meritati al Dovi, dunque. Mentre il suo ex compagno annaspa tra le difficoltà di una Suzuki irriconoscibile rispetto a un anno fa, quando vinse una gara con Maverick Vinales e fece altri podi.

Addirittura si è parlato di un possibile divorzio anticipato tra Iannone e la Casa di Hamamatsu. Voci subito smentite. E, comunque, dove sarebbe andato The Maniac? L’unica possibilità era andare in Aprilia o al massimo tentare di tornare in Ducati nel team clienti Pramac. Per adesso il pilota di Vasto rimane in Suzuki, cercando di risolvere i problemi e sperando di trovare prima della fine del campionato un livello di competitività accettabile.

Intanto il collega Cal Crutchlow ha parlato proprio di Iannone e lo ha fatto in questi termini: “Conosco il modo in cui corre, siamo stati in Ducati nello stesso periodo – riporta Autosport -. Sa fare alcune cose fantastiche, come il modo in cui riesce a usare acceleratore e freno allo stesso tempo. Però sta sprecando il suo talento. Ma non sembra preoccuparsene, assolutamente non ne preoccupa”.

L’attuale compagno di squadra, Alex Rins, però prende le parti del rider italiano: “Quello che Iannone sta attraversando non è facile, arrivando da quattro anni di guida sulla Ducati e passare sulla Suzuki. Devi cambiare tutte le tue abitudini, perché è una moto totalmente diversa. Speriamo che sia in grado di dimostrare il potenziale che la moto ha”..

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori