CONDIVIDI
Valentino Rossi e Alessio Salucci
Valentino Rossi (©Getty Images)

L’annuncio del divorzio di Tech3 e Yamaha ha seminato alcuni dubbi alla vigilia degli ultimi test in Qatar e a meno di un mese dall’inizio del Motomondiale. Se da un lato ci si chiede a quale team andrà a legarsi la squadra di Herve Poncharal, dall’altro si infittisce l’interrogativo sul futuro di Valentino Rossi, in scadenza di contratto a fine anno.

Facile dare la risposta al primo quesito: Tech3 sta per entrare in orbita KTM dove potrebbe traghettare con sè Johann Zarco, visto che il francese potrebbe finalmente avere una moto ufficiale, cosa negatagli da Yamaha in questa stagione. Sul destino del Dottore pare che il tira e molla con Movistar Yamaha dovrebbe concludersi con una firma “strappata”.

Infatti, secondo Maurizio Bruscolini, che a Tavullia vanta molti amici e “orecchie”, l’offerta economica non sarebbe piaciuta al nove volte iridato. “Quello che stiamo per scrivere potrebbe non piacere a qualcuno, ma è quanto abbiamo appurato dopo varie indagini – scrive su Pu24 -. Sembra che la Yamaha non abbia più l’entusiasmo dilagante di una volta nell’avere il pilota di Tavullia nelle sue fila ed è quasi certo che la casa giapponese gli avrebbe offerto un contratto annuale con condizioni economiche molto differenti dalle aspettative del nove volte iridato, il quale dovrebbe valutare anche altre eventualità. Così stando le cose, Vale potrebbe anche accettare obtorto collo le condizioni della Yamaha“.

Si era parlato di un ingresso anticipato della VR46 in classe regina, ma i tempi non sembrano ancora maturi per il grande salto. A far da satellite alla casa di Iwata sarebbero in corsa sia Estrella Galicia 0,0 Marc VDS che Angel Nieto Team, con il primo team in leggero vantaggio sul secondo.