CONDIVIDI
Bradley Smith
Getty Images

Bradley Smith re provvisorio della MotoE

La prima sessione collettiva di test della MotoE si è conclusa con il miglior tempo di Bradley Smith, l’ex pilota KTM passato nei panni di collaudatore Aprilia dalla scorsa settimana, quando ha provato la RS-GP a Valencia. Il britannico lavorerà al fianco di Aleix Espargarò e Andrea Iannone anche nel test di Jerez e dal prossimo anno darà l’assalto al primo mondiale di moto elettriche indetto dalla Dorna (per tutte le notizie su Aprilia e Bradley Smith LEGGI QUI)

Bradley Smith ha concluso un test di tre giorni a Jerez come il più veloce e soddisfatto. “Sappiamo in quale direzione andare e cosa fare”. Dopo sei anni nel Campionato del Mondo di MotoGP Smith intraprende una nuova fase della sua carriera. A causa delle condizioni di pioggia diverse sessioni si sono svolte sul bagnato. Smith è arrivato in testa alle classifiche di sabato con un giro veloce di 1’50.265, il migliore nella classifica combinata. Domenica ha concluso secondo dopo 29 giri con il miglior tempo di 1’52.272.

“Sono molto soddisfatto del lavoro svolto”, ha dichiarato il britannico. “Abbiamo fatto un giro veloce domenica mattina e mi sono sentito meglio sulla moto. Nel pomeriggio le condizioni della pista sono state contrastanti ed è stato bello avere riferimenti per la mappatura e provare diverse configurazioni per vedere su cosa dobbiamo ancora lavorare per il prossimo mese di marzo. Nell’ultima sessione c’erano un sacco di pozzanghere in pista, siamo usciti con le slick e siamo di nuovo molto competitivi”, ha continuato Bradley Smith. “Sono molto soddisfatto di questo primo test perché siamo stati tra i più veloci fin dall’inizio e abbiamo acquisito sempre più conoscenza della moto per migliorare. Mi è davvero piaciuto il mio nuovo team e non vedo l’ora di tornare a Jerez a marzo!”.

In sella ai bolidi da 260 kg troverà nuovi stimoli, con l’obiettivo di puntare al mondiale al primo tentativo: “Dopo tutto, è una Coppa del Mondo e affronterò questa nuova serie di gare come un qualsiasi campionato… La bici è equilibrata e piacevole da guidare. La batteria prende bene il movimento della “manopola dell’acceleratore”. Certo non è un paragone con la MotoGP e quando tornerò in sella all’Aprilia a Jerez dobrà cambiare nuovamente il suo stile di guida.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori