CONDIVIDI
Herve Poncharal e Johann Zarco (©Getty Images)

La decisione di Yamaha di non dotare Johann Zarco di una M1 ufficiale per il 2018 ha lasciato qualche dissapore tra la casa factory e il team satellite Tech3. Nei prossimi test di Sepang il francese sarà in pista con una moto 2017 già testata a Valencia e Sepang, che tanto ha fatto faticare Rossi e Vinales.

Zarco, invece, sembra aver trovato subito un buon feeling con la sua nuova moto pur essendo ancora presto per tirare le somme. Herve Poncharal ha ammesso che il suo equipaggio ha creato molte volte delle situazioni di “disagio” nell’ambiente di Iwata.

I piloti ufficiali Maverick Vinales e Valentino Rossi hanno entrambi sofferto per tutta la stagione 2017, mentre il rookie satellite ha brillato sulla vecchia moto di Tech3, aggiudicandosi il titolo di Rookie of the Year e di miglior pilota satellite del Mondiale 2017. Johann Zarco è riuscito a battere sia Vinales sia Rossi per sei volte nel corso dell’anno, mentre il compagno di squadra Jonas Folger è riuscito a farlo due volte.

Poncharal ha dichiarato che la squadra non avrebbe mai immaginato la stagione di Zarco “nemmeno nei nostri sogni più sfrenati… A volte è stato un po ‘scomodo per me essere davanti a loro”, ha ammesso Herve Poncharal ad ‘Autosport’. Ho visto alcune facce diventare un po’ più lunghe, non abbiamo avuto sempre molte strette di mano o sorrisi dopo la gara, ma ho capito”.

Yamaha ha vissuto la sua peggiore stagione da un decennio a questa parte, colpa di errori tecnici legati soprattutto al telaio. Nonostante tutto Poncharal non ritiene che l’obiettivo 2018 sia di competere con Rossi e Vinales, ma di aiutare Yamaha a raccogliere informazioni. “Il team ufficiale sarà sempre il primo, siamo un team Yamaha, questa la 20a stagione consecutiva con loro, li conosco bene, li rispetto molto”.

“Se raggiungiamo un grande risultato è perché abbiamo un grande pilota, una buona squadra e un equipaggio, ma abbiamo anche una buona moto”, ha aggiunto il boss del team Tech3. “Quindi devo ringraziare la Yamaha per il modo in cui ci hanno supportato”. Ma il destino della squadra satellite sembrerebbe sempre più legato al destino di Valentino Rossi che dovrebbe lanciare un proprio team nei prossimi anni.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori