CONDIVIDI
Franco Morbidelli (Getty Images)

Franco Morbidelli è uno degli uomini più attesi in MotoGP per la stagione 2018. Il campione del mondo Moto2, infatti, è all’esordio assoluto nella classe regina e proverà a conquistare il titolo di rookie of the year nel 2017 finito nelle mani di Zarco.

In estate Franco Morbidelli è stato sul taccuino di diversi team, che lo volevano alle proprie dipendenze per questa stagione. Aprilia e il Team LCR sono le squadre che maggiormente hanno spinto per averlo, ma alla fine l’italiano ha deciso di proseguire con Marc VDS anche in MotoGP.

Indennizzo da HRC in caso di trasferimento

Il team principal di Marc VDS, Michael Bartholemy, come riportato da “Speedweek”, ha così raccontato della calda estate di Franco Morbidelli: “C’è stata molta pressione da parte di qualcuno in Yamaha ad ottobre. Volevano mettere Franco su una Yamaha MotoGP per il 2018-2019. Poi hanno visto che Poncharal voleva continuare con Folger, è difficile vedere questa lealtà nel paddock”.

Bartholemy ha poi continuato: “Anche noi abbiamo proseguito nel 2017 con Tito Rabat nonostante l’anno precedente non era stata una grande stagione. Complimenti a Hervé per quanto fatto. Ci sono voci secondo le quali Ducati vorrebbe Morbidelli. Abbiamo creato Franco in 2 anni, prima era un normale pilota Moto2 e ora è un campione del mondo”.

Il team principal di Marc VDS ha poi parlato degli accordi presi con il rider italiano: “Abbiamo un contratto biennale con lui con opzione per il 3° anno, ma sappiamo che non possiamo contrastare il potere economico di alcuni team, ma non ci perdo certo il sonno. Inoltre abbiamo una clausola nel contratto che se HRC prende uno dei nostri piloti deve corrisponderci un indennizzo”.

Antonio Russo