CONDIVIDI
Marc Marquez e Jack Miller (©Getty Images)

Ad eccezione della vittoria di Jack Miller ad Assen, l’iter di Marc VDS in MotoGP è stato alterno. Negli ultimi anni, il team satellite Honda ha gravitato costantemente intorno alla top-10, ma a metà stagione ha dovuto cedere sotto i colpi del mercato vedendo allontanarsi il talento australiano verso Ducati Pramac.

Una questione che nei mesi scorsi ha suscitato qualche dissapore tra il team Marc VDS e la casa madre Honda, con Michael Bartholemy che ha minacciato di concedersi ad altri costruttori interessati al loro lavoro. Ma basta poco per ritornare sui propri passi e dal 2018 la scuderia privata potrà contare sulla coppia Franco Morbidelli e Tom Luthi, rispettivamente campione e vicecampione in carica di Moto2.

Il materiale fornito da HRC dovrebbe essere abbastanza buono per concorrere alla vittoria, tant’è che avranno a disposizione la RC213C con cui Marc Marquez ha vinto l’ultimo titolo iridato. “Il pilota fa la differenza più grande”, ha affermato Michael Bartholemy in un’intervista a Motorsport-Total.com. Il fenomeno di Cervera vincerebbe anche con il team Marc-VDS-Honda. “Ne sono convinto al 100%”.

Del resto anche i dati dei piloti ufficiali sono subito condivisi. “Honda gioca con le carte aperte per quanto riguarda i dati: quando Marc entra nei box e il suo team scarica i dati, allora abbiamo queste informazioni subito, proprio come fa Crutchlow. Giochiamo con carte assolutamente aperte”, ha chiarito il team manager.

L’hardware era quasi identico nella stagione 2017 tra i cinque piloti Honda. “I motori sono rilasciati in Qatar, non importa quale scatola prendi, perché è lo stesso materiale ovunque, l’elettronica è la stessa per tutti, i telai sono gli stessi dal test di Valencia 2016”, ha chiarito Michael Bartholemy. “Siamo rimasti indietro due volte nella passata stagione quando è arrivato un aggiornamento degli scarichi. I piloti ufficiali hanno ottenuto le parti in Texas, erano disponibili da Le Mans, era una differenza minima che posso facilmente capire”. Parole di distensione che faranno prolungare la partnership con HRC?