CONDIVIDI
Getty Images

Aprilia saluta la Superbike: nessuna RSV4 dal prossimo anno

Aprilia dal 2019 non sarà più sulla griglia di partenza del World Sbk. I ricordi delle vittorie iridate di Max Biaggi saranno solo un ricordo, forse in attesa di tempi migliori. Il dato che sembra certo è che dal prossimo campionato non ci saranno RSV4 nel Mondiale delle derivate di serie.

L’annuncio ufficiale è previsto a breve, il team SMR (Shaun Muir Racing) non è riuscito a trovare la copertura economica per proseguire la collaborazione con la Casa di Noale. Quindi sta andando in direzione BMW che dal prossimo anno avrà la nuova versione della S1000RR. Le RSV4 Factory costano troppo e con la defezione dello sponsor Milwaukee il manager britannico non ha mai avuto abbastanza risorse, tanto da chiedere ricambi e assistenza a titolo gratuito. Aprilia quindi rinuncia non tanto perchè al Gruppo Piaggio non interessi più corre in Superbike, ma perchè manca una struttura tecnica in grado di pagare l’affitto richiesto. Un vero peccato che un team che vanta quattro titoli costruttori mondiali e tre titoli piloti Superbike (Max Biaggi nel 2010 e nel 2012, Sylvain Guintoli nel 2014).

Giorni fa il manager inglese del team aveva preannunciato in un’intervista a Moto.it: “Se troveremo lo stesso budget di quest’anno e i nostri programmi dovessero quindi essere a breve termine, allora continueremo con Aprilia. Dovremo trattare il rinnovo con la Casa italiana e ci saranno molte cose da rivedere, ma se vogliamo essere competitivi a breve dobbiamo continuare con questa moto… Se invece decideremo assieme agli sponsor di iniziare un progetto a lungo termine, della durata di almeno tre anni, allora le possibilità sono due: BMW o Ducati. L’ipotesi legata alla Casa italiana sarebbe a medio-lungo termine, mentre quella con la casa tedesca sarebbe di almeno tre anni. Abbiamo già iniziato una trattativa con entrambe per valutare l’investimento necessario”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News