CONDIVIDI
L'Aprilia RS-GP 2018 di Scott Redding
L’Aprilia RS-GP 2018 di Scott Redding

Aprilia in galleria del vento per forgiare la RS-GP 2018. Al lavoro con Espargaro e Redding dopo i test in Thailandia.

I piloti ufficiali Aleix Espargaro e Scott Redding attendono il nuovo motore Aprilia per compiere un ulteriore step. L’esordio previsto per il primo test in Qatar sarà probabilmente rimandato al week-end di gara, dato che non subirà il congelamento del motore come da regolamento. Il pilota spagnolo già nella scorsa stagione aveva chiesto un propulsore non solo più potente ma anche più duraturo e affidabile, ma dopo i test si ritiene soddisfatto dei progressi del telaio, degli aggiornamenti e della diversa distribuzione dei pesi.

In Thailandia i due alfieri Aprilia Racing hanno avuto a disposizione una moto 2017 e una 2018, al fine di confrontare alcune caratteristiche in termini di posizione del baricentro e assetto, riscontrando qualche difficoltà nei punti stop & go del tracciato. Dal prossimo test a Losail in programma dall’1 al 3 marzo Aleix Espargaro e Scott Redding potranno contare su due RS-GP 2018,  considerati i riscontri unanimi sul miglioramento complessivo rispetto allo scorso anno.

La casa di Noale lavora su un nuovo frontale

La casa di Noale non lavora solo sul motore, ma anche sull’aspetto aerodinamico della RS-GP 2018, un reparto sempre più seguito e specializzato che sta coinvolgendo i prototipi MotoGP. Il lavoro di Aprilia si è svolto in una giornata di prove nella galleria del vento dell’Università di Perugia, vedendo coinvolti entrambi i piloti. Aleix Espargaro e Scott Redding hanno affrontato i test aerodinamici appena sbarcati dalla Thailandia. I risultati dei rilevamenti in galleria stanno fornendo le basi per l’evoluzione della RS-GP 2018.

“La ricerca aerodinamica è ormai parte integrante nello sviluppo di una MotoGP moderna – ha sottolineato Romano Albesiano -. Non solo per quanto riguarda le appendici, che ne sono l’espressione più visibile, ma perchè in un panorama estremamente livellato ogni dettaglio diventa influente. Aleix e Scott hanno caratteristiche fisiche estremamente diverse, che richiedono quindi affinamenti aerodinamici diversificati per ottimizzare l’efficienza. Le prove in galleria sono solo una parte dello studio aerodinamico, che prevede anche simulazioni al computer e verifiche direttamente in pista. In Qatar porteremo una prima versione del pacchetto aerodinamico per la RS-GP 2018, mentre una seconda evoluzione – ha concluso Albesiano – sarà prevista a stagione in corso”.

Luigi Ciamburro

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori