CONDIVIDI
Andrea Iannone (photo Suzuki Ecstar)

Il team Suzuki Ecstar ha scelto ancora una volta il circuito di Sepang per presentare la nuova GSX-RR, alla vigilia del primo test stagionale 2018.

La casa di Hamamatsu riversa grandi speranze sul nuovo progetto. Sebbene il 2017 non abbia soddisfatto le aspettative che erano state investite, il team è stato in grado di trarre delle buone conclusioni e imparare dagli errori commessi. Questa esperienza è stata utile per superare molti ostacoli e rafforzare il team affiatato guidato dal Team Manager Davide Brivio, dal Project Leader Shinichi Sahara e dal Responsabile tecnico Ken Kawauchi.

Obiettivo top-5 per Iannone

Per la prossima stagione il Team SUZUKI ECSTAR continuerà con gli stessi piloti che hanno gareggiato nel 2017: Andrea Iannone e Alex Rins. Cavalcheranno la GSX-RR aggiornata per questa nuova avventura con alcuni importanti cambiamenti. Il pilota di Vasto ha l’obiettivo e il dovere di puntare alla top-5 dopo una stagione di apprendimento, sempre alla ricerca del miglior feeling con una moto per lui inedita.

“Sono ansioso di ripartire dopo una lunga pausa invernale senza guidare la mia GSX-RR. In questa stagione il mio approccio al mondiale è un po’ diverso da quello che avevo un anno fa – ha dichiarato Andrea Iannone -. Ho già esperienza di lavoro con la Suzuki, conosco molto bene la mia squadra e, onestamente, ho fame di testare la nuova moto. Penso che questa moto sia adatta al mio stile di guida e sono molto motivato per la prossima stagione”.

Dopo un inverno di duro allenamento il pilota abruzzese scalpita per dimostrare tutto il suo valore e ritornare a lottare con il gruppo di testa, come ha già dimostrato di saper fare nel finale di campionato 2017. “Una volta identificati i problemi che abbiamo sofferto l’anno scorso, e aggiungendo una base tecnica molto buona, possiamo raggiungere i nostri obiettivi: provare a combattere per la Top 5 in ogni gara. Durante la pausa invernale ho lavorato duramente non solo fisicamente ma anche mentalmente e sono fiducioso di poter completare una stagione fantastica. Vediamo cosa sta succedendo anche a tutti i rivali e qual è il livello reale nel primo test di Sepang”.

Davide Brivio guida la rinascita Suzuki

Per Suzuki sarà la quarta stagione dal suo ritorno in MotoGP e Davide Brivio sarà il nocchiere che dovrà traghettare il team giapponese verso lidi più prestigiosi. “Tutti gli ingegneri Suzuki in fabbrica e i membri del team hanno lavorato incessantemente durante l’inverno, e speriamo di aver trovato una buona base per ripartire in modo positivo. La cosa più importante è che stiamo ricominciando e siamo riusciti a raccogliere molte buone esperienze dalla scorsa stagione, quando abbiamo faticato così tanto, soprattutto durante i primi tre quarti del campionato. Abbiamo imparato dalle difficoltà e il gruppo è rimasto forte tutto il tempo nonostante i risultati deludenti. Dobbiamo capire quanto è migliorata la nostra macchina 2018, in particolare con le nuove specifiche del motore, ma anche in termini di telaio”.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori